Utente 167XXX
buongiorno ,vorrei se possibile un parere sui valori delle mie analisi .COLESTEROLO TOT :131
HDL:30 TRIGLICERIDI 151 LDL :70,8 .. sto mangiando moderatamente di tutto tranne i formaggi che non amo, seguo una cura omeopatica a base di omega 3 e berberol ... purtroppo il mio solito problema è l'hdl molto basso .. posso stare ugualmente sereno ? grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il valore di colesterolemia HDL risulta basso in quanto frazione della colesterolemia totale, che nel Suo caso è particolarmente bassa. Ciò che deve definitivamente tranquillizzarLa è il valore della frazione LDL, documentato fattore di rischio cardiovascolare, che è ampiamente sotto i limiti della normalità.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
grazie mille dottore .cordiali saluti a lei
[#3] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
mi scusi dottore se abuso ancora del suo tempo ... lei lascia intendere che le hdl sono basse in virtù di un basso valore di colesterolo totale .come mai un anno fa avevo 189 di colesterolo totale e solo 27 di hdl? in quel periodo avevo persino i trigliceridi oltre i 350 ! sono riuscito praticamente a sistemare tutto ma mi sorge il dubbio che le mie hdl sono condannate intorno a questi valori ... purtroppo su internet si legge di tutto,ma sembra che senza un valore accettabile di questo hdl ci sia da stare poco allegri ... l'agosto scorso ho effettuato un eco-color doppler che ha dato esito negativo ma sinceramente devo smettere di navigare oltre il lecito perchè leggo persino che un valore di colesterolo tot troppo basso non va bene e che la frazione trigliceridi/hdl deve essere inferiore a 2 e la mia è 5.. sono in bambola.può farmi l'estrema e spero definitiva cortesia di delucidarmi per bene ? grazie per la sua enorme cortesia .
[#4] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Come Le ho già detto, il principale fattore di rischio legato all'assetto lipidico è rappresentato dalla frazione LDL, che nel soggetto non diabetico e senza un evento cardiovascolare maggiore pregresso (infarto o ictus) non deve superare i 130 mg/dl. In caso di diabete,oppure di pregresso infarto/ictus il valore desiderabile è inferiore a 100 mg/dl.
Il valore di LDL è ovviamente proporzionale alla colesterolemia totale, ma anche alla frazione HDL ed alla trigliceridemia, e può essere agevolmente calcolato (qualora non lo abbia già fatto il Laboratorio) con la seguente formula, detta formula di Friedwald:
Colesterolo LDL = Colesterolo Totale - [Colesterolo HDL + (trigliceridi / 5)]
Venendo al Suo caso specifico, applicando la formula ai valori riscontrati un anno fa, si ottiene una colesterolemia LDL pari a 92, quindi ampiamente nella norma: ciò è dovuto al fatto che anche allora la colesterolemia totale risultava bassa. Naturalmente, era necessario prendere gli opportuni provvedimenti dietetici, terapeutici e di stile di vita per riportare la trigliceridemia entro i limiti normali, cosa che mi pare Lei abbia fatto e stia facendo con successo. Quindi, il Suo rischio cardiovascolare legato all'assetto lipidico è sostanzialmente basso.
Spero di essere stato abbastanza chiaro, e concludo consigliandoLe di lasciar perdere formule e formulette trovate su Internet che non hanno alcuna validazione scientifica e che possono solo confondere le idee.
Cordiali saluti