Utente 227XXX
ho 44 anni peso 83 kg alto 176,5 cm dacirca due anni soffro di disfunzione erettile ho fatto (sempre sotto consiglio di uno specialista) innumerevoli terapie ed analisi che dopo vi illustrerò ma senza mai giungere a buoni risultati .Vorrei una vostra opinione in merito:
GENNAIO 2010
Beta-estradiolo <20 val. di rif. <56
Luteoprina 0.82 1.1-7.0
Prolattina 8.38 2.5-17.0
Follitropina 2.35 1.7-12.0
Testosterone 3.45 2.8-11.0
Testoster. free 60.00 40-200
Dht 57.0 40-200
visita da uno specialista
Terapia prescritta
Topster supposte - solmucol cp – rovigon cp per 15 gg
Successivamente gonasi2000 fl. Lunedì e venerdì Per due mesi
senza ottenere grossi benefici dalla terapiami rivolgo ad un secondo specialista .sospendo ogni terapia, e dopo circa un mese effettuo nuovi esami clinici,con i seguenti risultati Prelievo effettuato 01.06.2010
Lh 2.0 1.7-8.6
Estradiolo 6.1 10-52
Testosterone 3.16 2.4-8.3
SHBG 23.4 13-71
Hcg gonatrop--corionica+beta 0.1 0-2.6
Colesterolo 190 100-200
Colesterolo hdl 42 >35
Trigliceridi 148 50-150
Psa 0,250 0-4
visti gli esiti degli esami e la persistente difficoltà a raggiungere e a mantenere l’erezione mi viene prescritta terapia con tostrex gel e levitra 20 mg al bisogno.
ma anch’essa senza benefici se non con l’assunzione di levitra
dopo un mese di terapia con gel gli esiti degli esami sono: prelievo effettuato 07.07.2010
Testost. 1.90 2.4-8.3
testost. Free 8.8 8.7-54.7
didrotestosterone 736.0 250-990
così lo specialista mi fa passare al testoviron fiale ma anche questo mi provoca un effetto rebound che mi abbassa il testosterone anzichè migliorarlo. eseguito una
risonanza magn. della sella turcica senza riscontrare nulla di anomalo
seguo una terapia con gonasi 5000 2 volte a settimana che mi fa risalire il test. a 3.86 poi sospendo per l'estate
-Settembre 2011
Effettuo un nuovo prelievo il 01.09.2011
Fsh 2.0 1.5-12.4
Lh 2.1 1.7-8.6
Prolattina 7.7 4.04-15.2
Estradiolo 30.6 10-52
Testosterone 2.93 2.4-8.3
Testost. Liber 1.7 8.7-54.7
19.09.2011ecodoppler peniena con il seguente referto:
la somministrazione i.c. di 10 mcg di PGE1 ha indotto una tumescenza seguita da erezione pressoché completa. In B mode c.c. normosviluppati e simmetrici.
In ECD progressivo aumento della PSV e mancato azzeramento della EDV.
PSVmax= 32.4 cm/s, EDVmin= n7.4 cm/s, IR=0.77.
Conclusioni : lieve ipoafflusso arterioso , segni di DVO
vi ringrazio per l'attenzione .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Alchiede Simonato
40% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
a parte questi esami dal punto di vista generale non ha altre malattie associate tipo diabete ... o altro?
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
da un punto di vista strumentale si evidenzia un modestissima vasculopatia arteriosa. Peraltro ben compensata dalla rigidità raggiunta. Nulla di che dai profili ormonali, per cui, almeno secondo ortodossia non si vedrebbe la necessità di dare testosterone. Ma nelle dinamiche della visita non posso entrare. Personalmente, ma badi è un parere via internet quindi fallace di suo, è un problema misto a cui a modeste alterazioni vascolari si associano componenti emozionali. Ne parli col collega.
[#3] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
vi ringrazio entrambi :
ma per il diabete tutte le indagini fatte lo escludono
escludo anche un fattore psicologico in quanto ho da subito affrontato il problema con la mia compagna senza problemi anche se a lungo andare e dopo aver tentato innumerevoli terapie senza grandi benefici un pò di scoramento ti prende.
vi ringrazio ancora speravo che tra i vs. pazienti vi fosse un caso simile che non risponde ad alcun tipo di terapia per far risalire ad un livello accettabile i valori di testosterone
saluti
[#4] dopo  
Prof. Alchiede Simonato
40% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
In se e per se i valori della testosteronemia sono accettabili in quanto rientrano nei limiti della norma.
Per quanto riguarda la risoluzione del suo problema la questione evidentemente è più complessa ma bisogna tenere presente che, come dice il collega, la componente emozionale-psicologica è molto influente in questo genere di disturbo. Il fatto che Lei lo escluda in maniera così categorica non significa che questo corrisponda al vero, in ogni caso noi, o meglio io, non posso in questa sede con questo strumento trarre alcuna conclusione.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
grazie dott Simonato vorrei che dipendesse da un fattore psicologico almeno saprei la causa del mio problema. le riporto gli esiti di analisi ormonali che ho ritirato in questi giorni dopo aver seguito laseguente terapia prescritta dal mio andrologo di: 1 gonasi 2000 fl per 3 volte a settimana per 12 sett.
ezerex bustine al mattino , e cialis 5 mg 1 volta al giorno per 20gg.
potassio 4.5 3.6/5.3
serotonina 150 91/192
psa 0.210 0/4
fsh * 0.3 1.5/12.4
lh * 0.1 1.7/8.6
prolattina 9.9 4.04/15.2
estradiolo 31.7 10/52
testosterone * 2.49 2.4/8.3

Sono sposato ed ho 2 figli di 13 e 9 anni e prima di 2 anni fa non ho mai avuto problemi di erezione .
Le vorrei chiedere inoltre se cambiando tipo di medicinale il mio fisico possa avere dei benefici;proviron??
la saluto mi dispiace non essere + vicino come latitudine per sottoporle da vicino la mia situazione.
[#6] dopo  
Prof. Alchiede Simonato
40% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
A dire il vero credo che non potrei essererLe di molto aiuto. Mi sembra che chi la sta seguendo abbia tentato tutto il possibile e forse anche di più di quanto avrei fatto io.
La terapia farmacologica però funzionava mi sembra... ne riparli col suo medico.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Ehm veramente tocca ai medici ecludere un fattore psicologico. Personalmente non è ipotesi da gettare,
[#8] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
vi ringrazio cordialmente
ma ripeto di aver già affrontato un percorso con uno psicoterapeuta che alla luce degli esami che ho illustrato anche a voi e dai ns incontri mi riferisce che bisogna risolvereil deficit ormonale
saluti
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Ok, personalmente non vedo alterazioni ormonali nella sua prima missiva, rim,ane allora il problema arterioso, per il quale la terapia mi risulta congrua.