Utente 231XXX
buonasera, vorrei capire col Vostro aiuto quale possa essere la ragione di crescita ridotta delle ossa delle mie mani e delle mie mani in generale.

Vorrei sapere quali sono i fattori che determinano la crescita delle mani non tanto in lunghezza quanto in diametro delle dita e spessore dei polpastrelli e della parte carnosa, in un bambino ed in un soggetto adulto, oltre all'ereditarietà e all’influenza dell’ormone della crescita.

Nello specifico, vorrei sapere cosa determina la crescita più o meno marcata delle mani in un uomo (intendo dire grandezza/diametro delle ossa delle dita, spessore delle mani...ecc).

Faccio un esempio pratico: da almeno una 10ina di anni lavoro come muratore, come fabbro, bracciante agricolo...(lavori pesanti diciamo, in cui le mani vengono utilizzate molto).
Eppure non mi spiego il perchè io abbia mani affusolate a livello di ossatura e scarne/piatte a livello di polpastrelli (più esili delle mani di alcune donne).

Vorrei sapere se c'è pertinenza esclusiva con l'ormone della crescita o se vi sono altri fattori determinanti durante la crescita e l'adolescenza come ad esempio la carenza di calcio (essendo io intollerante al latte).

Nel ringraziarVi anticipatamente

Distinti Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

per prima cosa penserei a un fattore genetico/costituzionale: forse esistono nella sua famiglia (bisognerebbe andare indietro di almeno due generazioni) altri parenti con mani afusolate.

Da quello che lei descrive, non sembrerebbero esserci difetti di crescita "patologici", ma nei limiti del fisiologico.

Ovviamente, non sempre nei maschi si hanno mani grandi, a prescindere dal lavoro da lei svolto (che è del tutto ininfluente nel determinare le dimensioni delle sue mani: al massimo, potrebbe dare una certa callosità dei palmi e delle dita, ma nulla più).

Esistono tanti maschi con mani piccole, afusolate, quasi "femminili", senza che con questo si debba cercare cause patologiche.

Il Calcio non ha alcuna influenza sulle dimensioni, ma piuttosto sulla fragilità.

Un problema dell'ormone della crescita non avrebbe dato solo mani più piccole, ma avrebbe influenzato negativamente la crescita di tutto il corpo.

Buona serata.

[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Buon pomeriggio,
innanzitutto La voglio ringraziare per la veloce e chiara risposta.

Alcuni dottori che mi hanno visitato mi hanno dato numerose risposte diverse tra di loro.
Un medico in particolare sostiene che possa essere colpa di un anestesia totale che ho dovuto fare all'età di otto anni per una piccola operazione, la quale mi avrebbe bloccato la crescita ossea delle mani. Le risulta possa essere possibile questo?

Un altro medico sostiene che avendo io iniziato a fare palestra in età precoce a circa 12 anni, la crescita muscolare abbia rallentato quella ossea. Secondo lei ciò è plausibile riguardo alle mani?
In più avendo io svolto nuoto agonistico per numerosi anni a partire dai 10 anni di età, lo stesso medico dice che l'attività svolta in acqua dalle mani tende ad affusolarle soprattutto nella carne e nei polpastrelli e in parte influisce anche sullo sviluppo longilineo delle ossa delle mani in età di crescita. Tutto ciò corrisponde a realtà secondo lei?
Io sinceramente sono alquanto scettico.
Comprendo che abbia patologie più importanti da seguire e le chiedo scusa per il disturbo ma le sarei grato se potesse darmi alcune dritte in merito.

La ringrazio Saluti




[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Mi sembrano tutte ipotesi "fantasiose"....

Sarei curioso di vederle queste sue mani.....
[#4] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
ma guardi se per Lei non è un problema le potrei inviare un paio di foto via email giusto per renderLe l'idea. Mi faccia sapere
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Se vuole:

g.leccese@katamail.com
[#6] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio infinitamente per la sua disponibilità, mi metterò in contatto tramite la Sua email. Grazie buona giornata
[#7] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
buongiorno,

mi diceva che il calcio è ininfluente sulle dimensioni delle ossa (mani in questo caso).
ma il discorso vale anche per un bambino o un adolescente in fase di crescita ??
Se ho ben capito l'assimilare più o meno calcio non influisce sulla crescita del volume osseo ma soltanto sulla robustezza del tessuto osseo. Un soggetto intollerante al lattosio, automaticamente assimila anche poco calcio pur continuando ad alimentarsi con latte, latticini...ecc.?? La ringrazio
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Parlavamo del suo caso, che a 27 anni e' praticamente un adulto.

Per un bambino, ovviamente, le cose cambiano.
[#9] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
essendo io intollerante al lattosio fin da bambino mi venivano i sopracitati dubbi (più o meno sensati non lo so)
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Assolutamente no.

Stia tranquillo, è tutto normale, cioè in un range medio: in generale, ci sono dei minimi e dei massimi; la patologia si ha al di sotto dei minimi e al di sopra dei massimi.

Lei è assolutamente all'interno dei parametri considerati normali.

Buona serata.