Utente 234XXX
Buonasera, ho un problema da circa un mese e non riesco a venirne a capo.
Ho 26 anni, non ho mai avuto problemi di fimosi o simili, ha tutto funzionato alla perfezione fino a quando, un mesetto fa, ho avuto, durante un rapporto sessuale, una lacerazione (credo parziale) del frenulo, con conseguente perdita di sangue. Passata una ventina di giorni di astinenza, ho riprovato ad avere un rapporto con conseguente ri-lacerazione parziale e perdita di sangue. A questo punto: devo sottopormi all'intervento di frenulotomia per risolvere definitivamente la questione oppure la situazione si risolverà con l'astinenza, per aspettare che la "ferita" si rimargini? Non riesco a scoprire il glande per via della ferita, è come se la pelle tirasse, ed essendo in trazione tenda a lacerarsi di nuovo.
In caso, in cosa consiste tale operazione? fa male? l'anestesia come viene praticata? Ho davvero molta paura dell'operazione, essendo una zona particolarmente delicata ed essendo io particolarmente suggestionato da punture e simili.
Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Alchiede Simonato
40% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
L'indicazione chirurgica va posta con l'esame obiettivo, in questa sede è praticamente impossibile darle un sicuro consiglio.
L'intervento è di poco conto anche se delicato e l'anestesia può essere fatta localmente anche con una crema.
Si tratta di incidere il frenulo fino a che la pelle del prepuzio possa scoprire il glande senza difficoltà o trazioni.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


dopo una lacerazione incompleta del frenulo si innesca un processo di guarigione con sclerosi che predispone a successvivi disturbi e lacerazioni più o meno importanti ma sicuramente influenti sulla qualità del rapporto.
Una soluzione è estremamente semplice, ambulatoriale, senza alcun dolore o fastidio, praticabile in strutture sanitarie o in ambulatorio
cari saluti