Utente 913XXX
Salve a lei che mi risponderà,

Vorrei sapere se esistono dei trattamenti validi per poter alleviare o magari curare la fimosi.
Il mio anello fimotico ha iniziato a formarsi a seguito di un incidente davvero ridicolo: avevo 18 anni, mi sfregavo con la mia ragazza di allora e zac! la cerniera dei jeans ha provveduto a provocarmi una piccola lacerazione. Non sapendo cosa fare ho fatto la prima cosa che mi è venuta in mente: ho usato l'acqua ossigenata. Quando la ferita ha cominciato a rimarginarsi la pelle era meno elastica e di un colore biancastro e ha cominciato a espandersi tutt'intorno nel corso dei mesi. A 19 anni il mio anello fimotico era bello che formato... Approfitto per chiedere: è stata l'acqua ossigenata a originare il tutto?
Comunque, il mio medico di allora mi consigliò di usare una crema elasticizzante, la Rilastil. Ancora oggi (ho 25 anni) ne faccio uso, ogni giorno mattina e sera, e devo dire che effettivamente dà sollievo. Il mio caso non è così grave, perché sebbene la pelle stringa parecchio, difficilmente mi genera del vero dolore, si tratta più che altro di fastidio e diciamocelo, non è bello vedere il proprio pene stringersi a mo' di salsiccia quand'è in erezione.
Oltretutto se mi dimentico di mettere la cremina magica e di usare dei lubrificanti, nell'atto sessuale occasionalmente mi capita di procurarmi delle lacerazioni, piccole ma comunque fastidiose.
Vorrei sapere se esiste un modo più efficace della Rilastil crema elasticizzante per affrontare questo problema...
Ricorrere alla circoncisione è l'ultima carta che vorrei giocarmi, come penso ben capirà... Che mi dice?

Grazie per il suo tempo.

Buon tutto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,aldilà di creme magiche,...credo che la genesi del problema riferito non sia solo nella cerniera lampo...Non ci dice da quanto tempo non venga visitato e se la diagnosi sia stata aggiornata.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 913XXX

Iscritto dal 2008
Ha ragione Dr. Izzo,

Ho subito l'ultima visita andrologica non più di un anno e mezzo fa, ma in quell'occasione lo specialista non mi aveva detto nulla riguardo la fimosi, si era concentrato solo sul controllo di un'eventuale recidiva di varicocele per cui ero stato operato quattro anni fa.
In ogni caso, io riesco a scoprire il glande senza nessun problema, semplicemente il diametro dell'anello fimotico è sempre, sia in stato floscio che eretto, un mezzo centimetro più stretto del diametro normale del pene.
Non so se la cosa possa essere in qualche modo connessa con il problema di fimosi, ma sotto la corona del glande (non so se si chiama così... intendo il contorno sotto la base del glande ma sempre sul glande, non sull'asta del pene) ho delle papule e ricordo di averle da molto tempo. Quand'ero bambino ricordo che avevo la pelle del prepuzio attaccata al bordo del glande (quello che ho chiamato corona) e che una sera (avevo circa 12 anni credo) sono riuscito con qualche sforzo a staccare la pelle, piano piano, fino a che sono riuscito a scoprire completamente il glande. Da allora non mi si è più attaccata ma ho sempre avuto queste papule. Mentre invece la fimosi si p manifestata solo in seguito al trauma già descritto.
E un'altra cosa che noto è che se lascio il glande all'aria per molto tempo, la pelle del medesimo tende a scolorire e a corrugarsi.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non capisco perché tema di ricorrere ad una circoncisione...Le consiglierei una minore attenzione verso il Suo glande che,in caso contrario,potrebbe essere fuorviante.Si rifaccia sempre ai consigli di un medico reale.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 913XXX

Iscritto dal 2008
Vede dottore, ho 25 anni e sono sessualmente attivo da 7... Non vorrei che la circoncisione cambiasse la mia vita sessuale in maniera troppo invasiva... Si sente dire che con la circoncisione il glande possa divenire più duro e la superficie più scabrosa, che la sensibilità diminuisca drasticamente, che il mese successivo all'intervento sia molto doloroso e che basti un'erezione casuale a far saltare i punti...
Insomma le leggende che si odono in giro non sono le più rassicuranti. Lei potrebbe darmi qualche delucidazione e "uccidere qualche strega"? :)
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...nel mondo la circoncisione è molto diffusa e non mi sembra che sia vissuta come una tragedia...continnuo a non comprendere il Suo timore di dovervi ricorrere.Si allontani dal web che,spesso,é il terminale di ansie immotivate di Pazienti che bypassano i medici.Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 913XXX

Iscritto dal 2008
Mi pare di capire che non esistono terapie alternative, giusto?
La ringrazio per aver risposto ai miei dubbi e le auguro buon lavoro e buona serata.
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...giusto.Cordialità.