Utente 523XXX
Mi è stata diagnosticata Ipertrofia ventricolare sinistra s.p.t. a livello del setto(max 16mm.) senza ostruzione del tratto di deflusso del ventricolo. EF circa 55%
Sez. dx nella norma.
lieve IT. Con gradiente v-a dx. pari a 28mmHg
Pericardi libero
Radice aortica non dilatata con conservata apertura delle cuspidi che appaiono dense. Minima insuf. valvolare . Flussimetria compatibile con alterato rilasciamento ventricolare sinistro.
Ventricolo sx normodimensionato e normocinetico.
Mi sto curando con Lortaan.
Ora il reumatologo ha riscontrato anche un valore alto(23,3) delle anticardiolipine e consiglia caldamente anche una cura antiaggregante.
Avendo avuto problemi di erosioni gastrche in passato e di allergie, ho provato con Cardioaspirin per il rilascio addominale dl farmaco. Desidererei un Vostro cortese parere, visto che lo assumo solo da pochi giorni.Per la mia età e per i miei problemi esistono farmaci antiaggreganti piu' appropriati?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
non vi sono controindicazioi all'uso di antiaggregante con farmaci antipertensivi...
Si consulti con il suo cardiologo di fiiducia per farsi consigliare il farmaco più appropriato

cordiali saluti

GAD
[#2] dopo  
Utente 523XXX

Iscritto dal 2007
Grazie: per ora sto assumendo cardioaspirina , poi a breve tornerò dal cardiologo
[#3] dopo  
Utente 523XXX

Iscritto dal 2007
Ho poi provato a sostituire cardioaspirina con Plasil, ma dopo 28 pastiglie ho avuto problemi di emorragie al naso , oltre ad altri effetti collaterali e, nonostante la mia allergia ai fans e ai salicilati, sono tornata a cardioaspirina, con un protettivo dello stomaco, il Nexium 20.In Aprile sono stata operata ai seni paranasali per polipi e per settoturbinoplastica,di conseguenza ho assunto antidolorifici e antibiotici e cortisone, con una infezione alla parotide destra e con un ritorno del mio mal di stomaco, ora sotto controllo.
Ora sto assumendo
Lortaan 50
Nexium 20
Cardioaspirina
Mi farebbe piacere conoscere il suo parere sulla cura che faccio, visto che sono portatrice di Sjogren e in cura presso un reumatologo , un cardiologo e saltuariamente un otorino e un oculista.
Ci potrà essere un miglioramento della mia ipertrofia ventricolare con la cura? Dovrò curarmi così per tutta la vita? Ho 72 anni.
La mia ischemia ottica all'occhio sinistro, per cui ho perso parte della vista, pare essere stata un fatto isolato e per essa pure sono importanti gli antiaggreganti, per tenere scoagulato il sangue.
Ha altri consigli da darmi?E' vero che anche scoagulare troppo il sangue può condurre all'ictus? Meglio fare dei cicli con gli antiaggreganti?
La ringrazio fin d'ora per la sua gentilezza nel rispondermi, se vorrà, e terrò molto al suo parere.
Cordialmente.