Utente 192XXX
Egregio dottore, sono un uomo di 42 anni, da sempre ansioso e la cui ansia ha creato più di una volta dei problemi sessuali....mancanza di erezione o difficoltà a tenerla prolungata...e qualche volta eiaculazione precoce. Mi è capitato di usare viagra e cialis...ma sempre a bassissimi dosaggi, e abbandonandoli tutte le volte in cui mi accorgevo di aver superato le iniziali inibizioni che avevo con le partner. Usavo insomma questi prodotti all'inizio come un aiuto, per poi procedere da solo " con le mie forze". Le volevo chiedere.....visto che non mi ha mai tranquillizzato ingerire dei farmaci per quanto io sai un uomo sano... cosa pensa del viagra vegetale? Può avere la sua utilità clinica o è solo un prodotto che ha un effetto placebo su soggetti ansiosi come il sottoscritto ? ( ma in tal caso avrebbe ugualmente la sua utilità...visto che ho bisogno di un supporto psicologico per le mie insicurezze). Avrebbe in tal caso il nome di questi prodotti naturali da indicarmi? So che forse dovrei intraprendere un percorso psicologico per risolvere i miei problemi...ma la psicoterapia ha tempi molto lunghi....La ringrazio e buon lavoro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,i farmaci pro erettili non creano danni nel tempo e,sinceramente,non capisco l'anelito a "sostituirli" con sostanze che non rientrano nella farmacopea ufficiale...Vedrei,piuttosto un intervento psicosessuologico non alternativo,bensì sinergico.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 192XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta....Approfitto per avere ualtre delucidazioni: sono entrato nel sito www.bastascuse.it , ho trovato informazione su farmaci di cui non avevo mai sentito parlare e utili per problemi dovuto a disfuzione erettile anche di matrice psicogena: Sildenafil, Tadalafil, Vardenafil. Anni fa andai da un andrologo il quale dopo avermi visitato e avermi fatto fare un'esame sull'ormone dello stress mi disse che non avevo nulla di organico....e mi consigliò all'occorenza mezza pastica di Viagra. Pensa che questi nuovi farmaci che ho visto nel sito potrebbero fare al caso mio? E dovrei parlarne con l'andrologo o il mio medico di famiglia? La ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...le molecole cha ha trovato nel sito si fìriferiscono al Viagra,Cialis e Levitra....Consulti un esperto andrologo e/o,eventualmente,uno psicologo.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 192XXX

Iscritto dal 2011
Egregio dottore, grazie per le risposte. In effetti faccio uso saltuario di Cialis, me lo ha prescritto il medico di famiglia. Voglio tuttavia andare da un andrologo e cercare di indagare meglio sui miei problemi ed eventualmente iniziare una psicoterapia che si associ ai farmaci come lei mi ha consigliato. A tal proposito volevo chiederle: il Cialis in mio possesso è di 10 mg. Però tutte le volte che decido di usarlo divido in due le pasticche assumendo pertanto solo 5 mg del prodotto avendo alla fine rapporti soddisfacenti. Ma mi chiedo, Le chiedo, ciò è realmente dovuto a quei 5mg di Cialis oppure è " merito mio" e la mezza pasticca ha solo un effetto " placebo"? In poche parole lei ritiene che un cosi basso dosaggio possa avere un benefico effetto o mi consiglia di assumere l'intera pasticca da 10 mg per avere rapporti migliori? Grazie e buon lavoro!