Utente 233XXX
Gentili dottori,
ringrazio anticipatamente chiunque vorrà chiarirmi il dubbio che segue. Sono un ragazzo di 23 anni, non ho mai avuto seri problemi di salute ma premetto che, essendo un carattere apprensivo ho trascorso dai 18 anni in poi, periodi di ansia con somatizzazioni fisiche, di cui l'ultimo appena passato. Attualmente misurando la pressione arteriosa ho valori sempre intorno a 105-120 la massima e 50-60 la minima. Vorrei avere un parere sul valore della diastolica che mi pare, da quello che so, eccessivamente basso, soprattutto al mattino. Il periodo di ansia appena passato può aver influito? Devo preoccuparmi? In passato non avevo mai avuto valori fuori dalla norma e aggiungo per completezza che 4 anni fa ho eseguito ben due visite cardiologiche complete rusultate normali con ecocuore e recentemente, un ecocolordoppler transcranico e dei vasi epiaortici che ha evidenziato solo una predisposizione emicranica (ma non ho mai mal di testa). Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I suoi valori pressori sono perfettamente normali, anzi auspicabili per chiunque. Per ciò che riguarda la " predisposizione emicranica" rilevata al Doppler mi pare che sia una grande idiozia che qualcuno le ha detto.
Si rassereni
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dott. Cecchini,
Grazie per avermi rassicurato, il mio dubbio derivava dalla differenza notevole tra i due valori.
Le riporto di seguito il referto del doppler: " anamnesi [...]. esame obiettivo neurologico e neurovascolare: assenti segni neurologivi focali. Assenti soffi cervicali autoctoni. P.a. 160/100 bilateralmente, in clino e ortostatismo [ero molto agitato per l'esame e tachicardico]. Ecocolor power doppler dei vasi epiaortici: regolari il caricoe il decorso dei vasi cerebro-afferenti. Dimensioni nei limiti fisiologici del complesso medio-intimale carotideo. Assente patologia parietale degna di rilievo sugli assi vascolari cerebroafferenti. Arterie vertebrali con velocimetrie regolari e normodirette. Assenti alterazioni color-velocimetriche. Ecocolor power doppler transcranico: assenti segnali microembolici spontanei. Il test per lo studio dello shunt destro-sinistro è risultato negativo in condizioni basali e dopo manovra del valsalva. Regime velocimetrico come da habitus emicranico: elevati valori velocimetrici con risposta di tipo vasoparalitico alla manovra di compressione carotidea sulle cerebrali medie. Autoregolazione vasale: test compressione carotidea 20% di tipo vasoparalitico. (v.n. >30%)
Riserva vasomotoria: test apnea massimale: (v.n.>27%) P.I. (indice di pulsatilità di Gosling): 0,90 (v.n.<1). Si consigliano cicli di profilassi medica antiemicranica in caso di sintomatologia." Grazie per l'attenzione.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Come vede, il fatto che lei non abbia mai presentato cefalea o emicrania mi da ragione
Si tranquillizzi
Cecchini
[#4] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dott. Cecchini,
In realtà ne ho sofferto sporadicamente per diversi anni fino ai 18, quando ha cominciato a rivelarsi questa mia predisposizione ansiosa (che hanno peraltro anche i miei familiari). Questa coincidenza fece dedurre al mio medico curante che fossero cefalee/emicranie da stress (daltronde anche la risonanza con sequenze angiografiche effettuata in età adolescenziale non aveva evidenziato nulla). Però mi ha fatto eseguire il doppler un mese fa per tranquillizzarmi, in quanto accusavo una sintomatologia piuttosto strana (sensazione di instabilità e di vista tremolante, percezione delle pulsazioni) che penso sia ahimè ancora una volta causata dall'ansia, conoscendomi e visto l'esito negativo delle numerose visite ed esami. L'unica cosa che ancora mi preoccupava erano questi valori pressori, per il resto penso che dovrò rassegnarmi, come ha scritto Lei, a considerarmi ansioso oltremodo ed iniziare una psicoterapia. Grazie ancora per l'attenzione e per la disponibilità.