Utente 599XXX
Buongiorno, stamane abbiamo ritirato gli esami del colesterolo di mio marito e come al solito (anche se meglio del solito dal momento che assume un giorno si e uno no una compressa di Genlip) ha il colesterolo totale a 234, i trigliceridi a 254, ma soprattutto il colesterolo HDL a 29.
La cosa mi preoccupa parecchio perchè mio ha fatto due infarti ancora giovane (sui 45 anni) e c'è una certa familiarità con questa patologia.
Mio marito ha 43 anni, e un po' in sovrappeso (5/6 Kg), fuma una 10ina di sigarette al giorno e fa una vita abbastanza sedentaria.
Appena possibile cerchiamo di fare camminate, anche in montagna, insomma di muoverci, ma purtroppo spesso è il tempo a mancare.
Il cardiologo gli ha consigliato di fare più attività fisica: vero, ma dal momento che è fuori casa per lavoro dall 07:30 alle 19:30 (ed è parecchio stressato)... la cosa è spesso difficile.
Curo molto l'alimentazione e anche se a volte sgarriamo credo di restare in un ambito abbastanza corretto (amiamo mangiare, ma mangiare bene/sano): niente burro, sempre olio EVO (spesso a crudo), pesce circa 2 volte la settimana, carni, bianche e rosse alla piasta, pasta e verdura tanta, niente cibi già pronti (anche a mezzogiorno perchè si porta il pranzo da casa), tuttavia il problema non si attenua.
L'assunzione di una compressa al giorno di Genlip aveva migliorato nettamente gli esami così il medico ci aveva detto di provare a fare a gironi alterni (adesso vedremo cosa dirà).
Mi sono dilungata molto, tuttavia la mia domanda è: cosa fare, viste le premesse, per migliorare l'HDL?
Grazie mille!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
è indubbio che la terapia con il genlip va effettuata ogni giorno cui andrebbe associato un ridotto utilizzo di carni rosse e condimenti. Per il resto è ovvio che suo marito dovrebbe astenersi dal fumo e migliorare, per quanto possibile l'attività fisica.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 599XXX

Iscritto dal 2008
Grazie dottore per la risposta e la rapidità, immaginavo che non ci sia la formala magica .....

Ops ... rileggendo ho visto di aver saltato una parola. E' mio suocero che fece due infarti in giovane età.

Comunque dovrò spingerlo a lavorare un po' meno e camminare di più ... oltre a tutto il resto!