Utente 225XXX
Gentili dottori,
avrei bisogno di un chiarimento. Un Rast test dal quale si evince una leggerissima sensibilizzazione a tutti gli alimenti può essere ritenuto attendibile o sarebbe necessario ripeterlo? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente,
Il dosaggio delle IgE specifiche, ovvero degli anticorpi coinvolti nelle reazioni allergiche che spesso viene riassunto con l'acronimo RAST (radioallergosorbent test), è solo uno degli esami per la diagnosi delle allergie alimentari. Esso viene proposto, di solito, dopo i test cutanei e, in alcuni casi, può essere completato con la diagnostica molecolare e i test di provocazione specifica con gli alimenti. Il consiglio, pertanto, è quello di farsi seguire da un collega Allergologo della sua zona che saprà indicarle se sensibilità individuate dal dosaggio delle IgE specifiche hanno o meno un significato clinico.
Cordiali saluti,
[#2] dopo  
Utente 225XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore,
innanzitutto grazie per la sua gentile ed esaustiva risposta.
Dalle analisi del sangue si evinceva che le IgE fossero 1335 su 120 e gli eosinofili 486 su 440.
Per questo ho fatto una visita con test cutanei dall'allergologo che mi ha consigliato i Rast.
Seguirò senza dubbio il suo consiglio. Grazie ancora. A.L.