Utente 235XXX
Pregevolissimi specialisti,
ho il terrore dell' infarto del miocardio.
Il mio nonno materno è deceduto a 55 anni e suo figlio (fratello di mia madre) è deceduto a 65 anni.
Entrambi erano fumatori ed entrambi hanno subito un primo infarto (non fatale) ed dopo alcuni anni....fulminate.
Ora è da un pò che sento delle fitte molto intense ma di breve durata al torace essenzialmente parte Dx sopra il pettorale.
Le mie domande sono tre.
1) E' una cosa genetica (quindi mi devo rassegnare e fare la stessa fine)?
2) Quali indagini sono utili, oltre al classico ECG, per poter prevenire questa terrificante malattia mortale (farò a breve un ECG sotto sforzo)?
3) Rendere il sangue fluido può essere utile a prevenire il tutto??? Io che sono allergico all'acido acetilsalicico cosa posso prendere per diminuire la viscosità del sangue.
Aiutatemi.
Grazie infinite.
Sesso:M
Altezza:175.
Peso:95
Età:33

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
purtroppo contro la familiarità genica non è possibile porre rimedio, tuttavia lei ha l'obbligo ovviamente di evitare tutti gli altri fattori di rischio cardiovascolari trattabili, nella fattispecie effettui uno stile di vita salutare (faccia sport, eviti fumo, controlli il peso corporeo, ad es.) e si sottoponga periodicamente a controlli cardiologici, in tal senso il test da sforzo è l'ottimale.
Saluti