Utente 547XXX
Approfitto della gentilezza del Dr. Catania e dell'intero staff per richiedere un ulteriore consulto.

Questa volta riguarda mia madre: 50 anni.
Madre di quattro figli, il primo avuto a 23 anni e l'ultimo a 30, tutti e quattro allattati al seno.
All'inizio del mese di febbraio dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico di "asportazione completa della mammella sinistra" a causa della presenza di microcalcificazioni talmente diffuse da richiedere l'asportazione totale (il tutto a seguito di visita senologica, eco e mammografia).
E' stata sottoposta a biopsia, ovvero Prelievo istologico con MAMMOTOME, con la seguente diagnosi:

"Carcinoma dottale in situ con comedonecrosi e con cancerizzazione lobulare. Presenza di microcalcificazioni. Focolai flogistici. Grading citologico sec. B: III".

In seguito a tale diagnosi le è stato, quindi, proposto l'intervento chirurgico di asportazione totale della mammella nel quale verrà prelevato anche un "linfonodo sentinella" e, in caso di esito metastatico (credo che il chirurgo abbia usato questo termine), verrà effettuato anche lo svuotamento dell'ascella.
Il tutto riscontrato nella sola mammella sinistra e manifestatosi nell'arco di un anno (nella mammografia precedente, di esattamente un anno prima, non c'era nulla).
Ora, qualcuno potrebbe spiegarmi in maniera più semplice di che cosa si tratta? A cosa andiamo in contro dopo l'intervento? Saranno necessarie delle terapie tipo kemio, radio, o altro?
Ci sono delle cause specifiche per questo tipo di problema ed eventualmente delle prevenzioni particolari?

Ringrazio vivamente chiunque voglia rispondere e mi scuso per l'uso improprio, o addirittura errato, dei termini medici che ho utilizzato.

Cordiali saluti,
EL

PS nel mio consulto precedente chiedevo informazioni riguardo un dolore al solo seno sinistro che tutt'ora avverto, il Dr. Catania mi ha però tranquillizata dicendomi di stare tranquilla; visto, però i precedenti di mia madre è il caso di riconsiderare la questione? Vi ricordo che ho 24 anni.
Grazie ancora.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
Nel carcinoma duttale in situ

1) la mastectomia totale riduce praticamente a zero il rischio di recidiva locale.
2)la dissezione dei linfonodi ascellari non trova indicazione, perchè
il loro coinvolgimento metastatico ha una frequenza inferiore al 1%.
imputabile a focolai invasivi occulti
In altre parole si può già dire che l'analisi del linfonodo sentinella in questo caso darà esito negativo.
3)la chemioterapia NON è indicata dato il carattere locale della malattia.
4)Il rischio di carcinoma della mammella nei familiari di primo grado
delle donne affette è quasi doppio rispetto a chi non ha familiari colpiti. Questa conoscenza è però di per sè di scarsa utilità se si considera che il carcinoma sporadico è talmente frequente che la maggior parte delle donne con un familiare affetto NON appartiene a famiglie ad alto rischio.E questo potrebbe essere il caso Suo.
Pertanto stia tranquilla e inizi la sorveglianza del seno con una ecografia precauzionale.
Nel 5 % dei casi siamo invece di fronte a famiglie ad alto rischio.
Nelle famiglie ad alto rischio viene trasmessa una mutazione di un gene oncosoppressore (Brca-1 o Brca 2).
In questi casi il rischio di ammalarsi nel corso della vita è dell'ordine del 60-80 % di tumore della mammella e ovarici e nel caso del Brca 1 di tumori intestinali e prostatici.
Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
[#2] dopo  
Utente 547XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio nuovamente per la rapidità e la precisione nella Sua risposta.
Cordiali saluti,
EL
[#3] dopo  
4765

Cancellato nel 2008
Sono d'accordo "in parte" con quanto scrive la Collega. Tuttavia, auspico un giorno in cui i medici, e non solo gli oncologi, conosceranno il Terreno Oncologico, e sapranno diagnosticare ALLA NASCITA (sic!) il Reale Rischio Oncologico Congenito - in questo caso - nella mammella (www.semeioticabiofisica.it). Famose peer-reviews accettano e mettono in rete (V. Bibliografia nel sito) miei lavori, ma in Italia c'è silenzio su questi progressi (dico silenzi...un eufemismo). Mi potrebbe spiegare un oncologo PERCHE' recentemente una nota rivista ha pubblicato nel sito questa notizia provocatoria ...impensabile in questo paese di menti ristrette e paurose del nuovo:
Stagnaro Sergio. Overloking Oncological Terrain and oncological Real Risk, no paper is up-dated! 18 January 2008 Ann. Intern Med. http://www.annals.org/cgi/eletters/147/11/775

Ai profani dico che ANNALS of INTERNAL MEDICINE è l'organo ufficiale dell'American Medical Association.
Un cordiale saluto a tutti

Sergio Stagnaro
[#4] dopo  
23297

Cancellato nel 2008
Gentile utente


la descrizione della sua situazione clinica riferita depone per K

duttale in situ comedonico e refertazione in mammotome di

calcificazioni.Sicuramente la mastectomia riduce a zero il rischio

di recidiva locale.

Cordialmente



DOTT.VIRGINIA A.CIROLLA
[#5] dopo  
Utente 547XXX

Iscritto dal 2008
Grazie a tutti coloro che hanno dato una risposta alla mia domanda.

Comunque l'intervento è stato anticipato allo scorso venerdì (25 gennaio) e per il momento sembra sia andato tutto bene; come aveva prevesto il Dr Catania, non è stato necessario lo svuotamento dell'ascella... ora siamo in attesa dei risultati dell'esame istologico per poter conoscere le eventuali terapie da fare.

Per quanto riguarda la risposta del Dr. Stagnaro non ho ben capito cosa volesse dire, sarà la stanchezza dovuta alla degenza ancora in corso di mia madre, sarà per altro,...ma sarei davvero felicissima se volesse spiegarmi il messaggio che voleva trasmettermi, ammesso che fosse per me.

Grazie ancora a tutti,
cordiali saluti
EL.
[#6] dopo  
4765

Cancellato nel 2008
Rispondo nel modo più chiaro per TUTTI, medici e profani, nonostante l'ora (23,15) e i miei anni ed acciacchi: i TUMORI colpiscono ESCLUSIVAMENTE chi è portatore di Terreno Oncologico e Reale Rischio Congenito in un ben preciso punto di un parenchima o tessuto, per esempio un quadrante mammario, il tutto diagnosticato con un fonendoscopio (sic!) (V. SOLO per esempio, il mio recentissimo: da Bibliografia in www.semeioticabiofisica.it, N° 171. Stagnaro Sergio. Overloking Oncological Terrain and oncological Real Risk, no paper is up-dated! 18 January 2008 Ann. Intern Med. http://www.annals.org/cgi/eletters/147/11/775. Annals of Internal Medicine è una SERIA peer-review americana...dove non scrivono tutti!
Chi è colpito da tumore alla mammella a XYX anni, dalla nascita è POSITIVO (A) per il terreno oncologico e per il relativo REALE RISCHIO in uno o più quadranti mammari! Ci siamo capiti o NO?
A questo punto se si instaura la dieta corretta, suggerita dagli Oncologi Europei (ma che qualsiasi poveretto conosce) tale da NON aumentare di peso, Movimento fisico quotidiano, Evitare fumo di sigaretta e altro.., aggiungendo MELATONINA-Coniugata, secondo di Bella-Ferrari (in genere sufficienti 4 mgr. la sera prima di dormire) ed associate applicazioni personalizzate di NIR-LED (stimolanti i mitocondri) sopra la sede del rischio (lungo sarebbe spiegare che, in verità, non è affatto necessaria la DIRETTA applicazione, purchè il tessuto su cui si esegue l'applicazione sia embriologicamente della stessa derivazione....), il Terreno Oncologico ed il Reale Rischio presenti DALLA NASCITA in pratica "scompaiono", generalmente è ovvio!, in realtà si riducono alla forma latente e non danno fastidio.
Per favore NON chiedete a me, ma agli ONCOLOGI, perchè essi NON hanno il coraggio di discutere con ME questi argomenti (V. in Scienza in www.ilpungolo.com), argomenti INQUIETANTI per l'oncologia ufficiale, ormai portati alla conoscenza da GRANDI riviste straniere (Bibliografia nel sito citato!)

Non parliamo, per favore, del silenzio dei ministri (m minuscola) transeunti della Salute, Ricerca e Università, PRESENTI e PASSATI, compreso il Prof. Umberto Veronesi, che mai mi ha risposto..., TANTO MENO e dei MAGISTRATI inquirenti: questi personaggi hanno grandi responsabilità personali di fronte ai malati di tumore, potenziali ed in atto,di cui renderanno conto un giorno. Concludo: mi sono interessato di questi problemi dopo che mio padre, mia madre e l'unico mio fratello sono morti per cancro, considerando il NULLA della Oncologia di questa Era dei Lumi Spenti.
Buona Notte.
[#7] dopo  
4765

Cancellato nel 2008
Freno la mia "vis polemica", che con poche battute, credimi, distruggerebbe la tua giovanile mutualistica TEMERARITAS, e pensando a quanti miei cari sono morti per cancro, ti rispondo in modo politicamente corretto.
A) dato che non rispetto le linee guida del SITO dopo aver inviato questo messaggio non parteciperò al forum e provvederò a cancellarmi immediatamente dal sito. Perciò, se vuoi che ti possa leggere mandami copia al mio indirizzo: dottsergio@semeioticabiofisica.it
B)Solo pochi oncologi italiani mi rispondono, è verissimo, (leggere il mio prossimo articolo su www.ilpungolo.com) ma con molti oncologi stranieri le cose vanno meglio.
C) per riconoscere sia il Terreno Oncologico sia il relativo Reale Rischio oncologico ho con piacere offerto TUTTE le descrizioni operative necesarie (V. la Bibliografia nel mio sito www.semeioticabiofisica.it: ammesso che anche tu stimi gli Editori e i Revisori di quelle celebri riviste estere!). Certamente bisogna conoscere la Semeiotica Fisica---ma questo non è compito mio, ma dei miei lettori, spero bene. La tua frase "Ammesso e non concesso che sia possibile accertare sia il Terreno Oncologico sia l'eventuale reale rischio congenito", di sapore disgustosamente provocatorio, non ti fa onore affatto: in tutto il mondo sanno riconoscere il TO e il RRO, come dalla letteratura indicata.
D) Dici giusto, Melatonina-Coniugata, secondo Di Bella-Ferrari, per motivi che sono noti a moltissimi ma non a te, alla Rosi-Bindi e ai suoi "consigliori" di allora. Non voglio fare pubblicità a chi non ne ha di bisogno: la Met-Con. si può acquistare rivolgendoti - per esempio - al figlio del Prof Di Bella, attraverso il suo sito (oppure scrivimi in privato: ti indico dove io mi fornisco per uso personale...e non ringraziarmi...).Lo stesso vale per i NIR_LED, regalatimi da una celebre collega dell'Università di Helsinki, dove ho già inviato la mia Lettura Magistrale per il Congresso dell'Agosto 2008: NIR-LED terapia e Melatonina-Coniugata nella prevenzione della CAD.
E) la frase "Possiamo provarla anche noi oncologi o la definizione di "applicazione personalizzata" ci esclude categoricamente?", non mi fa ridere per niente, perchè è l'espressione della mentalità di questa era, da me definita (www.ilpungolo.com) Era dei Lumi Spenti!
Perchè mai ho fatto ricerca per 51 aa. e ho scritto quello che ho scritto?
Una domanda: "Hai mai visitato il mio sito e che cosa mi sai dire della diagnosi clinica di Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, tipo I, sottotipo a), oncologico, su cui si fonda il Reale Rischio Oncologico ed il rimodellamento microcircolatorio?
Per poterli riconoscere bisogna prima di tutto conoscerli, ovviamente!

Fammi avere in privato (dottsergio@semeioticabiofisica.it)la risposta tua o di altri come te, in modo che possa rispondere...

Stammi bene e studiati la Semeiotica Biofisica Quantistica.
[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sono costretto a risponderTi in modo visibile per rispetto dell'utente e "par condicio".

La mia era curiosità vera !

Ma ora comprendo bene perchè nessuno Ti risponde !

Per essere credibili per prima cosa occorre essere umili a qualsiasi età (infatti si parla di SAGGEZZA, ma evidentemente non mi pare il Tuo caso ).

Se pongo interrogativi sui NIR_LED è perchè ho letto quanto hai scritto ed ERO interessato ad un approfondimento pur non condividendone le conclusioni.

Io ho letto il Tuo sito prima di risponderTi, perchè sono umile, Tu non hai letto il mio,
perchè non sei umile come si conviene a tutti gli uomini di scienza e coscienza.

Avresti scoperto che nel mio sito (www.senosalvo.com) ospito, rispondo e dò largo spazio alle MEDICINE COMPLEMENTARI a riprova del mio reale interesse nei Tuoi confronti.

Il mio richiamo era invece determinato e riferito esclusivamente alle linee guida di questo sito e per il resto si poteva intavolare pacatamente una discussione anche piacevole alla quale ero seriamente interessato.
Ma va bene così...... riuscirò a farmene una ragione !!!!

"Ammesso e non concesso" era riferito alle conclusioni dei Tuoi studi.
Ne avrò diritto o pensi di avere l'esclusiva su Mosè ed i 10 comandamenti o semplicemente l'esclusiva della "ius primae noctis" scientifica anche nei miei confronti?

Far parte dell'ERA DEI LUMI ACCESI comunque non Ti autorizza a massacrare lo spirito di buon senso e il rispetto reciproco che caratterizza questo sito(provocazione reiterata nell'area visibile agli utenti mentre io ho scritto nell'area riservata), senza contare della assoluta mancanza di rispetto (anzi "TE NE FOTTI PROPRIO") nei confronti dell'utente che ci sta leggendo esterrefatto.

Ed io che appartengo all'era dei LUMI SPENTI con educazione Ti saluto pure, lasciandoTi alla Tua SEMEIOTICA BIOFISICA QUANTISTICA !!

P.S.
E basta... basta ...basta con questa storia di giustificare tutto per via dei PROPRI parenti che hanno avuto il cancro. Anche io ho una storia dolorosa familiare analoga (mia madre ed altri parenti) ed è la prima volta che lo scrivo......eppure RISPETTO SEMPRE LE REGOLE IMPOSTE DALLA SOCIETA per rispetto altrui e della mia dignità personale.

Riguardo alla "mia giovanile mutualistica TEMERARITAS".. avresti potuto risparmiartela
perchè la mia età anagrafica mi ha permesso di lavorare per 33 anni (fai pure due conti !) in ambiente oncologico da pluri SPECIALISTA ( e Tu non lo sei.....ma sei Tu che mi costringi a fartelo rilevare). Ma tant'è.... 'dell'umiltà ....non se ne occupa
la Semeiotica Biofisica .