Utente 669XXX
Buonasera egregi Dottori,
io vorrei solo porre un quesito per comprendere come in realtà si svolge una visita dermatologica al cuoio capelluto, per sospetta psoriasi o qualsiasi altra causa che possa apportare dermatite e forte prurito... mi spiego meglio venendo ai fatti: il mio ragazzo si è recato, sotto suggerimento del medico di base, da un dermatologo per effettuare una visita per via di un forte prurito con escoriazioni e desquamazione del cuoio capelluto (tanto da cagionarsi lieve sanguinamento nell'insistere a grattarsi) che si protraeva da qualche mese. Alla visita (io non ero presente, ma mi è stato riferito da lui) il medico specialista ha solo effettuato un'osservazione ad occhio "nudo", senza l'ausilio di alcun mezzo o strumento, dando la propria diagnosi come psoriasi e qualche lozione come shampo per attenuare la sintomatologia.
Io mi stavo domandando: è così semplice riconoscerla? non richiede nessun tipo di supporto da parte di test istologici, sierologici, microbiologici o simili? e se non fosse psoriasi, ma una qualsiasi altra forma di dermatite, che so, dovuta ad un'allergia (anche da contatto), ad un parassita (tipo acari e simili) e/o una qualche forma di tigna?? possibile che non ci sia altro da fare?
Ringrazio per l'attenzione, e spero in un Vostro sempre utile suggerimento.
Cordiali saluti e buona serata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
La diagnosi di psoriasi è una diagnosi prevalentemente clinica (cioè si basa sull'osservazione della cute del paziente) non sono necessari esami strumentali o ematochimici per fare la diagnosi. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 669XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la rapidità nella risposta, Dottore. Anche se trovo un po' strano che come diagnosi (e visita) sia limitata a così poco. Ma d'altronde non sono un medico, c'è poco da contestare :)
grazie ancora e buona serata.