Utente 233XXX
Gentili Dottori sono a chiedervi un consiglio.
Come già scritto in precedenza ho fatto una stupidaggine, dopo 18 anni di assoluta fedeltà e dopo una serata con troppe birre mi sono recato da una ‘signorina’.
Mi è stato praticata una masturbazione con mani per neanche un minuto e successivamente con i piedi per 2 – 3 minuti. Forse resomi conto della ‘stupidaggine’ del mio gesto mi sono alzato e me ne sono andato.
Moralmente mi sono già punito con enormi sensi di colpa ed un mezzo esaurimento che per fortuna sta passando, in preda a mille fobie ho anche eseguito test per hiv, sifilide, epatiti tutti risultati negativi.

Ora vi chiedo: a distanza di un mese, da un paio di giorni sento un bruciore al canale del pene (credo si chiami uretra, perdonate l’ignoranza) ed una sensibilizzazione al glande come se mi fossi lavato con un detergente alla menta (forse ho reso l’idea).

Credo che la settimana prossima andrò da un andrologo che tanti anni fa mi aveva aiutato per un piccolo problema e del quale serbo un buon ricordo di professionalità e gentilezza.
Nel frattempo esiste una crema o qualche farmaco che mi aiuti a far passare o affievolire questo disturbo? Sto prendendo un’antinfiammatorio per via orale.

Il mio fastidio può essere legato all’episodio raccontato? Magari per un’infezione dovuta alla poca pulizia del ‘gesto’? Oppure può essere legato ad un mese di fortissimo stress, insonnia, depressione, ecc. Faccio presente che sono molto incline a somatizzare fisicamente problemi di altra natura (andai dall’andrologo anni fa per anni di dolore e fastidio ai testicoli, dopo numerosi esami tra i quali tampone, visite, ecografie, ecc. mi consigliò uno psicologo dal quale andai ed in effetti dopo qualche mese di terapia tutto svanì e non si ripresentò piu’)

Scusate il dilungarmi ma seguendovi spesso ho intuito che, oltre ad essere medici preparatissimi e di prim’ordine, siete molto inclini a valutare l’aspetto psicologico di chi vi chiede un consiglio e di questo ve ne sono grato.

Ringrazio anticipatamente per eventuali risposte o consigli.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il collegamento con l'incontro incriminato é da escludere.Quanto alla sintomatologia riferita,adoperi il balanil gel dopo il lavaggio 2 volte al dì.In tal modo,non altererà la veridicità della prossima visita programmata.Tranquillo.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dr. Izzo la ringrazio per la celere risposta.

Le chiedo una precisazione: perchè esclude che l'infausto episodio da me raccontato centri qualcosa con quello che sento?

Da ignorante in materia Le chiedo: essendo i piedi probabilmente ricettacolo di batteri o quant'altro, non è possibile un'infezione causata da ciò?

Dovendo andare in un centro esami del sangue e urine fra due giorni per accompagnare una persona, in attesa della visita dal suo collega nella mia città, potrei portarmi avanti facendo qualche esame specifico delle urine onde presentarmi alla visita con con già effettuato questo esame e magare accorciare i tempi?

Perdoni l'insistenza ma dopo il mese appena trascorso non vedo l'ora di fami passare questo fastidio e cancellare l'episodio.

Un sentito ringraziamento per la gentiletta e professionalità dei suoi interventi e consigli.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la sintomatologia é altalenante e sfumata.In altre condizioni sarebbe stata ingravescente e continua.Cordialità.