Utente 235XXX
gentili dottori,
qualche giorno fa mio padre, 57 anni, normopeso, con ipercolesterolemia riscontratat negli anni passati e tenuta sotto controllo per mezzo di dieta, ha effettuato un ecocolordoppler dei tronchi sovraortici, dopo aver ricontrato nuovamente una ipercolesterolemia che verrà trattata farmacologicamente.

L'esito dell'esame è stato:
Bilateralmente, a carico dei vasi esaminati, è presente un diffuso espessimento del complesso medio-intimale; presenza di placche omogenee sia fibrocalciche che fibrotiche, distrituite lungo il decorso del bulbo da ambo i lati e della carotide interna destra. La stenosi nel punto di maggior spessore della placca è del 45% a livello della ACI DX. Stenosi emodinamicamente non significativa.
Le vertebrali, esaminati a livello del segmento V2, risultano pervie con flusso normodiretto e presentano calibro asimmetrico.

Vorrei sapere quali precauzioni adottare per prevenire un aumento della stenosi. Da circa un mese mio padre ha iniziato ad avere una alimentazione più corretta, con molta verdura e frutta, inizierà il trattamento farmacologico della ipercolesterolemia. Potrebbe essere d'aiuto un po' di attività fisica?
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

E' ovvia la prescrizione dell'attenzione anche agli altri fattori di rischio (fumo, ipertensione, stress, sedentarieta', ecc.).
Un trattamento anche con farmaci antiaggreganti potrebbe essere considerato in assenza di controindicazioni e a giudizio del Curante.