Utente 235XXX
Ho 58 anni,
ho una tumefazione dolorosa da ormai 8 mesi allo sterno clavicolare dx.
Dopo aver fatto:
-Raggi,fatti nel giugno 2011,
-Ecografia,fatta nel luglio 2011,(esito: osteocondrite sternoclaveare con falda liquida pericapsulare)
-Esami del sangue,fatti sempre nel luglio 2011, (per scongiurare una sospetta artrite "TIETZE"),
-l'ortopedico mi ha consigliato di prendere dei FANS e o ANTIBIOTICI a giudizio del medico curante,
dopo aver preso ormai una buona dose di FANS,
Il dolore continua, con fitte sia alla clavicola, sia alla spalla.
Il male sternale aumenta verso sera,
tenendo il braccio steso in avanti, facendo una rotazione anche solo di 45° con il polso, sento il dolore nella fase acuta,
e uno scricchiolio delle ossa della spalla,
se certi notti appoggio la spalla dx. a letto non si dorme.
Faccio notare che muovendo la spalla si nota chiaramente che la clavicola non ruota nella sua sede sullo sterno,
ma si sposta assialmente.
Il dolore,se resto immobile nel letto, appoggiato sulla schiena e tenendo l'avanbraccio verso il tronco, si attenua verso mattina.
La tumefazione rimane evidente, e nella fase acuta si gonfia un pò e diventa dolorosa. Oltre al riposo consigliatomi, cosa posso fare?
Come faccio a far assorbire la tumefazione? Ci sono terapie da seguire? Vi ringrazio per il servizio che mettete a disposizione.
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Alberto Emiliano Baccarini
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Salve gentile utente, per la Sua osteocondrite segua senza dubbio i consigli del Suo ORTOPEDICO di fiducia che le ha prescritto la terapia, ma metta in conto il decorso che non sarà breve. Saluti.
[#2] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore della sua risposta, ma quanto pressapoco andrà avanti
questo male? Ritornerà poi nella sua sede la testa della clavicola
o dovrò, per forza farmi operare?

Granzie ancora.
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Alberto Emiliano Baccarini
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Salve gentile utente, come detto in precedenza, segua i consigli del Suo ortopedico che e' lo specialista in materia. Purtroppo la risposta alle terapie e' soggettiva e sottoposta all'influenza del famigerato fattore C.. Ci faccia comunque sapere l'evoluzione . Saluti