Utente 142XXX
Salve, sono molto confuso in quanto ho raccolto opinioni discordanti sull'oggetto della mia richiesta, e vorrei proporvi alcune domande. Scusate se non uso un linguaggio propriamente medico, non essendo il mio campo.
Mi sono comparsi sulla parte alta dell'asta del pene due "ciccietti" molto piccoli di colore chiaro (direi bianco, ma come ho detto sono molto piccoli); l'andrologo mi ha fatto fare un tampone per ricerca hpv che è risultato positivo. Non ho idea di come possa averlo preso e quanto tempo fa. Da quando me ne sono accorto ho sempre fatto sesso protetto.
1) Quale esame devo fare per scoprire di quale ceppo si tratta? Ho letto di penoscopia e anche di spermiocoltura... E' possibile avere già un'idea del ceppo o di un gruppo di ceppi possibili, in base ad esempio al loro aspetto?
2) Sono già stati bruciati e sono scomparsi. Anche le crosticine se ne sono andate. Non ho, o non penso di avere, altre manifestazioni visibili ad occhio nudo. Comunque già da un mese non ne sono comparsi altri. Non mi è stato parlato di nessuna crema o cura, quando invece ho letto parecchie cose al riguardo. Ora che apparentemente non ho manifestazioni, devo applicare qualche crema o esistono cure di rafforzamento del sistema immunitario? Che visite devo eseguire e ogni quanto tempo?
3) So che per l'uomo rappresenta raramente un pericolo, ma la mia preoccupazione è l'infettività. So anche che ad essere infettivo è lo stato clinico. Confermate che se il virus è presente nell'organismo ma è inattivo (stato latente) non è infettivo?
4) So che lo stato subclinico comporta manifestazioni non visibili ad occhio nudo. Esiste, e quanto dura, uno stato di pre-formazione dei condilomi (ovvero uno stato che va dall'attivazione del virus alla comparsa di manifestazioni)? Rientra nello stato sub-clinico?
5) La probabilità di infezione è la stessa negli stati clinico e subclinico, o è minore per quest'ultimo? E l'infettività subito prima della loro formazione?
6) Anche per l'hpv i fattori di rischio di trasmissione sono, oltre al sistema immunitario, il tempo di esposizione al virus e la carica virale esercitata?
7) Dopo quanto e quali esami posso ritenermi non infettante?
Grazie in anticipo

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

molte domande: credo che la maggior parte delle risposte le abbia computate nel mio articolo

http://www.medicitalia.it/minforma/dermatologia-e-venereologia/602-fa-hpv-uomo-donna.html

Per il resto sappia che

- visita venereologica

-peniscopia demoscopia

- tampone specifico per ricerca HPV con metodica di apmplificazione genomica

sono i criteri diagnostici essenziali per esaudire ogni dubbio

per il resto:

- lo stato sub-clinico è uno stato di NON manifestazione clinica ma si shedding a sintomatico ovvero di potere infettante (ciò avviene ad esempio per l'HSV - herpes genitalis, ma non è scientificamente dimostrato in altre malattie infettiva, anche se a mio avviso potrebbe essere possibile)

dichiarazione di guarigione:

solitamente al III controllo negativo da parte del dermo-venerologo

saluti a lei
[#2] dopo  
142397

dal 2012
Mi sono recato presso uno specialista di malattie infettive. Mi ha detto che il virus raramente sopravvive nelle parti esterne che sono "secche" mentre preferisce le parti umide, come ad esempio l'uretra. Cosi è importante sapere se esso sia o no presente all'interno dell'uretra, per cui mi ha fatto fare un tampone uretrale, con tipizzazione, per vedere se questo risultasse positivo o negativo.
Parlando con il tecnico, che comunque non è un medico, sono stato confuso da un'affermazione. Gli ho chiesto perché non mi stesse facendo anche un tampone esterno con tipizzazione, come quello fatto precedentemente sulla zona colpita dai condilomi. Mi ha detto che se il virus c'è, esso è sicuramente nell'uretra.
Mi sembra apparentemente una contraddizione. Il medico ha lasciato intendere che il test potesse risultare positivo o negativo, mentre da quest'ultima affermazione sembrerebbe che l'esito del test sarà scontatamente positivo.. potete farmi chiarezza su questo?
Cosa sta cercando il medico con questo tampone uretrale? Un'eventuale positività cosa implicherebbe? esisterebbe una cura?