Utente 490XXX
In data 27/12 la mamma 62 anni (nel 1990 mastectomia radicale per Ca mammella con linfodi negativi seguita da RT e CT) è stata sottoposta a emicolectomia sx per tumore del sigma. Sottoposta a TAC e PET preoperatoria non veniva evidenziato altro di rilevante oltre la stenosi relativa al tumore. Marcatori preoperatori CEA 3,3 e GICA 71. A seguito dell’esame istologico (v. ref.) siamo in attesa di visita oncologica (1 febb). Il chirurgo dice che vista la stadiazione pT3pN0 l’utilizzo o meno di una terapia adiuvante è controversa. Sono molto preoccupato per le possibilità di guarigione (è possibile?) o di sopravvivenza media (mesi?, anni?). Quali sono i vantaggi reali della chemioterapia?
Vi ringrazio in anticipo per le risposte ed il tempo che vorrete dedicarci.

Esame ISTOLOGICO
NOTIZIE CLINICHE: Neoplasia del sigma Cfr. E 1381/11-5958-5962 1/11
MATERIALE INVIATO: 1) Emicolectomia sinistra (effettuati campionamenti per biobanca); 2) Anello rettale
MACROSCOPICA:
1) Tratto di grosso intestino di cm. 3. All’apertura, a cm 9 da un margine, è lesione stenosante di cm 3,8 longitudinale, coinvolgente “a manicotto” l’intera circonferenza del viscere. Al taglio, vi corrisponde tessuto lardaceo, che pare interessare la parete intestinale a tutto spessore. A1) margine più vicino alla neoplasia; A2) margine opposto; A3-A9) lesione stenosante 2) Anello di parete rettale di cm 1,5 macroscopicamente indenne (B) in toto
GIUDIZIO DIAGNOSTICO:
1) ADENOCARCINOMA DEL COLON
Isotipo: intestinale - Grado istologico: 2/4 - Sede: colon sigmoideo - Configurazione macroscopica: stenosante - Dimensione max: 3,8 cm (estensione longitudinale) - Infiltrazione: transmurale sottosierosa (superamento bordo esterno tonaca muscolare: 4mm) pT3pN0 se. TNM 7^ Ed. (2009)
Invasione linfo-vascolare intramurale: non evidente;
Invasione dei vasi venosi extramurali di grande calibro: assente;
Infiltrato linfonoide peritumorale: assente; Reazione tipo Crohn: assente
“Budding” tumorale: basso grado [sec. Ueno, 2004]
Parete colica perilesionale: malattia diverticolare non complicata; area fibrosi cicatriziale della sottomucosa associata a deposizione di pigmento esogeno (esito di pregressa marcatura endoscopica), Margini di resezione: indenne, SNOMED: T-59470 M-81443

NOTIZIE CLINICHE: Neoplasia del sigma, emicolectomia sinistra, MATERIALE INVIATO: Washing peritoneale, MACROSCOPICA: Giunti circa 8 cc di liquido lavatura carne e di aspetto torbido da cui si ottengono, previa citocentrifugazione, due preparati per preparati per colorazione Papanicolau e un citoincluso colorato EE. (mcz) GIUDIZIO DIAGNOSTICO: NEGATIVO PER CTM, SNOMED: T-D4435 M-00110
NOTIZIE CLINICHE: Neoplasia del sigma Cfr. 5957-5958 1/11, MATERIALE INVIATO: linfonodi periviscerali, MACROSCOPICA: Dal connettivo fibroadiposo periviscerale di un tratto di intestino resecato per neoplasia si isolano alcuni linfonodi bianco-rosei, mollicci, di 0,3-0,4 cm (A1-A4) GIUDIZIO DIAGNOSTICO: LINFONODI (9)
[#1] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
12% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile utente,prescindendo dall'errore presente nella descrizione macroscopica(lunghezza colon asportato 3cm?),credo che se non sono presenti controindicazioni (ad esempio pregresso infarto miocardico o altro),la stadiazione richiederebbe la chemioterapia.Poichè leggo di prelievi per determinazione genica(probabilmente gene KRAS),in base alla risposta l'oncologo porebbe avalersi anche di terapia con farmaci biologici.Pertanto la consulenza oncologica è importante.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 490XXX

Iscritto dal 2007
MI spiace ho fatto un errore di trascrizione, il tratto di colon asportato è di 33 cm.
Mi sembra di capire che il caso non è borderline come prospettato dal chirurgo ma necessiti di terapie adiuvanti. In questa situazione quali sono le prospettive?
Grazie molte
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
12% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
L'oncologo ha la competenza per risponderle anche in merito alla prognosi.
Saluti