Utente 235XXX
Eccoci qua con una storia trita e ritrita. Ho 40 anni esatti e il tutto comincia con il solito disastroso e inaspettato spermiogramma.
Quegli zeri tutti in colonna e il termine azoospermia mi gettano da prima nel panico totale per poi sfociare in ordine sparso con sensi di colpa nei confronti della compagna e chiedendomi se la voglia di un figlio non la portasse a considerarmi non più utile, problemi di identità e senso di inutilità (ma posso ancora definirmi un uomo?) e disperazione totale con pianto ininterrotto per 2 giorni come fossi un bimbo. Avevo il timore che la mia ipospadia coronale mi potesse creare problemi nell'avere un bimbo ma lo spermiogramma mi ha letteralmente fatto dimenticare quella condizione (comunque non grave). Ora tutte queste sensazioni sono ancora ben presenti ma come sottofondo: in primo piano ci sono tanta rabbia e voglia di capire il perché di quella terribile e inesorabile azoospermia.
Come mi aspetto da questo sito? I medici ti possono salvare ma anche rovinare quindi qui cerco un’assistenza per le varie decisioni e visite che i vari medici che mi visiteranno mi faranno fare/prendere. Gli “OK PREOCEDI” e le contestazioni che mi proporrete saranno sempre tutte ben accette e per evitare mille ripetizioni vi ringrazio fin d’ore per tutti gli aiuti e consigli che mi darete.
Oggi primo appuntamento col medico di base ma per ora da presentare ho solo i valori (se poi tutti quegli ZERI si possono definire valori) del mio misero spermiogramma:

Astinenza sessuale - 4 giorni
Volume - 3,4 ml
Fluidificazione completa 15 min.
Ph 7,7
Viscosità normale
Concentrazione e conta totale - zero
Round cells - 0,7 mil/ml
Leucociti - 0,4
Forme immature - zero
Altre cellule - 0,3 mil/ml
morfologia e motilità non valutabile
pseudoagglutinazione microscopica e agglutinazione - assente

Esito azoospermia anche dopo centrifuga per 10 min a 300 rpm no spermatozoi presenti.

Avrei già qualcosa da ridire sulla viscosità e sulla fluidificazione infatti negli ultimi anni ho notato una maggiore e aumentata trasparenza nel mio liquido seminale direttamente proporzionale alla maggiore liquidità dello stesso.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la azoospermia non é una malattia ma un sintoma.Di cosa?Va da se che solo un andrologo esperto in fisiopatologia della riproduzione possa porre una corretta diagnosi,prognosi ed,eventualmente,terapia.Inutile sottolineare che lo spermiogramma andrebbe eseguito a 20 anni ma,purtroppo,indietro non si può tornare...Ci aggiorni con la diagnosi andrologica,se ritiene.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2012
Sicuramente! Vi aggiornerò man mano che avrò dei risultati o esiti da proporvi. Intanto la ringrazio per una precisazione che il mio medico di base non ha fatto su una particolare figura andrologica da ricercare: un andrologo esperto in fisiopatologia della riproduzione. Sono di Verona ma potrei (nei limiti del possibile) spostarmi.

Vorrei anche ringraziarla per le tempistiche di risposta... regala una forte sensazione di serietà e di un sito di servizi veramente utile e prezioso.

A presto...
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
che sia rimasto male è ovvio ed il quadro non è confortante. Ma prima di abbondanorsi al nero pessimismo aspetti: vi sono formo ostruttive e non ostruttive, forme che si può provare a curare e forne che bisogna cercare spermatozi chirurgicamente. Per cui ha ragione a rimanerci male, ma non troppo.
[#4] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2012
Al momento io le ma mia compagna ci siamo affidati ad uno studio medico che si occupa di infertilità involontaria della coppia. Pur essendo lo studio rivolto alla coppia, le specializzazioni del medico sono più rivolte all'universo femminile ma da una prima e veloce visita mi è stato detto che ad un primo esame i miei testicoli risultano più piccoli del normale ma non ancora atrofici e che si sospetta una azoospermia non ostruttiva... e quasi mi dispiace... con quella ostruttiva sarebbe stato più semplice reperire spermatozoi.

Dalla "scheda della coppia" vedo che sono presenti molti campi come esami genetici per lui e lei, esami microbiologici per lui e lei, terapie effettuate etc etc ma la momento mi è stato prescritto un nuovo spermiogramma da fare a distanza di 2 mesi (metà marzo già prenotato).

Lo studio (senza far nomi) ci è stato consigliato come ottimo e professionale ma sono in dubbio se portare avanti una visita parallela con un andrologo nella mia città. Non vorrei far esami doppi per nulla ma ho il timore che lo studio del medico si preoccupi solo di farci avere un bimbo senza farmi capire come mi possa essere ridotto ad avere zero spermatozoi. Anche la mia austostima si è disintegrata e temo mi ci vorrà parecchio tempo per recuperarla o comunque abituarmi a questa mia sintoma.

Lo so che non posso fare autodiagnosi ma leggo e consulto molto (soprattutto il vostro sito) e ho due punti che vorrei chiarire con le prossime visite:

1 - nel 2006 ho contratto la gonorrea curata dopo meno di due settimane ma a distanza di qualche anno pur non avendo alcun dolore sento spesso il bisogno di far pipì e lo sprema come già vi avevo scritto è diventato un poi più trasparente. Potrebbe trattarsi di prostatite asintomatica o cronica. A tal riguardo il medico di base mi farà fare alcuni esami come tampone uretrale e esame delle urine.

2 - ho scoperto che il testicolo troppo in movimento non è una bella cosa. Si parla di testicolo in ascensore e spesso mi capita fin da quando ero piccolo che in particolari posizione o da seduto il testicolo salga a livello inguinale. Non mi ha mai preoccupato perché scende da solo o con una leggerissima pressione delle dita ma ora col senno di poi ricordo che in qualche occasione salendo mi faceva veramente male per qualche secondo. DI questo ne parlerò all'andrologo quando lo vedrò.

Per ora vi saluto calorosamente... tornerò al più presto con qualche visita o esito da condividere.
Spero che (come già accaduto a me) qualche persona nella mia situazione (o simile) possa trovare conforto e coraggio nel proseguire con tenacia nel tentativo di allargare la propria famiglia e combatta per riuscire a seppellire i sensi di colpa nei confronti della propria compagna.

Vi aggiornerò con le prossime visite che effettuerò
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
se fosse sufficiente una palpata ai testicoli per inquadrare una azoospermia non ci faremmo i congressi sopra. Senza nulla togliere ai colleghi un parere andrologico sarebbe il caso.
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la Sua età non permette il rischio di perdere tempo...Cordialità.
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cvaro lettore,

il suo sconcerto e la sua perplessità sono abbastanza naturali
spesso anche nei migliori centri di PMA tutto viene finalizzato alla possibilità di ottenere una gravidanza e poco viene fatto per capire il perchè della situazione maschile.
Nel più grande ospedale della sua città esiste un ottimo servizio di andrologia ambulatoriale
cari saluti
[#8] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2012
Mancano ancora gli esami per la microdelezione ma per ora ho questi:

S-FSH 16,3 U/L
S-LH - 7,2 U/L
S-Estradiolo - 29,4pg/mL e 107,8 pmol/L
S-HPRL - 15,2 ug/L
S-Testosterone - 3,76 ng/mL e 13,04 nmol/L

Il primo valore viene segnalato infatti il range dovrebbe essere da 0,7 a 11,0. Il testosterone non viene segnalato ma rispetto al riferimento indicativo per sesso e gruppo di età si avvicina molto al limite di 2,62.

Riguardo il primo valore "sballato" ci sono sistemi per riallinearlo nella norma? Ma poi servirebbe a qualcosa? Forse me ne sono accorto un po' tardi delle mie condizioni.

Grazie.
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Quell' FSH elevato è indice di azoospermia non ostruttiva: i testicoli non riescono a produrre abbastanza spermatozi,. Dubito esistano sistemi per risistemarlo.
[#10] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...i referti non sono positivi.Si affidi ai consigli di un andrologo con certificate esperienze nel campo della fisiopatologia della riproduzione che potra' meglio di noi decidere se andare avanti o meno.Cordialita'
[#11] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2012
Ma certamente... ho saltato un passaggio ma ho già fatto affidamento ad un andrologo. Da lì sono partiti alcuni accertamenti. Il testicolo sinistro risulta essere di 8 cc mentre l'altro di 13 cc.
Sui testicoli viene fatta veramente pochissima informazioni. Fin da ragazzini ci si concentra sul pene tralasciando forse la parte più importante. Negli anni per un motivo o l'altro ho fatto delle visite (anche urologiche) ma mai nessuno mi aveva allartato sulla misura dei testicoli.
Ora manca l'esame per la microdelezione e lo screening per la fibrosi cistica.
Quello che sto scoprendo su di me potrebbe accadere anche a mio fratello? Al momento non ne ho parlato in famiglia proprio per non preoccupare mio fratello (sposato e che quindi potrebbe essere in cerca di un figlio). Fino a che non avrò delle certezze vorrei evitare a lui e a sua moglie preoccupazioni inutili.
[#12] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...aspettiamo gli esiti degli esami di genomica molecolare.A questo punto,indagare il potenziale di fertilità di Suo fratello,con tali presupposti,è prematuro.Non specifica l'età di Suo fratello ma ribadisco come ogni maschio,a 20 anni dovrebbe eseguire uno spermiogramma di controllo.Cordialità.
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Uno spermiogramma a 20 anni è di rigore.
[#14] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2012
Ho avuto l'esito del secondo spermiogramma e come già presupponevo un risultato pari al primo con qualche piccola variazione su volume e altro ma su tutti spicca un bel tasso zero con taeg zero... insomma sui numeri che contano tutto è zero e nient'altro che zero.

Il medico è stato molto chiaro nel dirmi che per me non ci sono cure o medicinali. L'unico tentativo sarebbe quello dell'ago aspirato nella speranza che si trovi qualche spermatozoo direttamente dentro ai testicoli.
Se qualcosa si trovasse allora ci si rimetterebbe in gioco ma a questo punto ci ha chiesto di pensarci e fargli sapere se procedere o meno.

Non so che dire... faccio fatica a concentrarmi. Riesco solo a pensare a ieri sera e agli occhi lucidi della mia compagna prima di addormentarsi e agli occhi lucidi di questa mattina... ai sensi di colpa che mi lacerano. Vorrei essere forte e protettivo nei suoi confronti ma la causa sono proprio io...
[#15] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il problema tocca i suoi testicoli, non la sua persona, scinda le due cose: non ha mica fatto apposta ad avere questo problema. La soluzione prospettata è valida, e mi pare una soluzione più che sensata.
[#16] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...i figli si cercano e si fanno in due...Se la Sua compagna fosse stata sterile,sono sicuro che Lei (maschio) non avrebbe avuto la stessa reazione,ma sarebbe stato protettivo...Comunque,anche se la prognosi è negativa,tenterei una TESE.Cordialità.
[#17] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2012
Mi sembra d'obbligo dopo 10 mesi aggiornarvi. Mi sono fatto "torturare" in tutti i modi con esami (2 genetici) agoaspirati e biopsia testicolare.
Nulla da fare... spermatozoi non se ne trovano e nonostante 1000 esami fatti e in alcuni casi rifatti non ho una risposta sulla mia azoospermia. Mi hanno detto che a volte capita e nemmeno i medici mi possono dare una risposta. Forse qualche problema genetico non identificabile dagli esami fatti.

Pazienza è andata così... mi spiace solo che per le leggi bigotte italiane la mia compagna non possa tentare (con il mio appoggio e sostegno) di avere una gravidanza tramite donatore esterno. Praticamente la mia sterilità è anche la sua... come se lo fossimo entrambi.

Comunque internet può dare un aiuto anche a questo e non mi dilungo oltre ma a buon intenditore...

Grazie ancora per l'assistenza e il sostegno ricevuti.
[#18] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Beh, insomma, speriamo che 2014 prosegua meglio.