Utente 236XXX
Salve. Io e la mia compagna abbiamo una relazione monogoma da 4 anni e 1/2;vivendo in città diverse,ci vediamo e abbiamo rapporti sessuali (senza protezione) quasi sempre solo nei weekend.Nell'ultimo mese e 1/2,quando torno a casa il lunedì mi ritrovo con dei piccolissimi taglietti (simili a quelli che si formano nel punto di unione del labbro superiore ed inferiore della bocca a causa del freddo) sulla pelle del pene che ricopre il glande,che mi arrecano bruciore quando tiro la pelle.Durante la settimana,(nella quale non ho rapporti) lavandomi con sapone intimo ogni volta che urino,in 2 o 3 giorni scompaiono,per poi riformarsi il lunedì successivo (dopo aver avuto rapporti con la mia compagna).Tutto è iniziato in seguito ad un weekend a Firenze;dopo qualche giorno dal rientro la mia compagna ha avvertito forti bruciori all'interno della vagina (ha detto anche di avvertire come se ci fossero delle "bollicine" all'interno della vagina)..inizialmente abbiamo pensato ad una piccola infezione dovuta forse all'utilizzo delle toilette pubbliche durante la vacanza..dopo qualche giorno ho notato i "taglietti" di cui prima parlavo...comunque,non vi abbiamo dato peso + di tanto anche perchè dopo poco ha avuto il ciclo...successivamente la cosa sembrava si fosse placata...io,però,ho continuato a notare questi "taglietti" spuntare dopo i rapporti. Alla mia compagna,in quest'ultimo weekend le si è riacutizzato il bruciore e perciò (avendo paura che potessero rtispuntarmi di nuovo questi taglietti) nell'ultimo (ed unico) rapporto del weekend ho utilizzato un preservativo.Prima di indossarlo,però,ho sfregato il pene contro la vagina,senza penetrazione. Fatto sta che stamattina mi son ritrovato con più di un "taglietto"..mentre lei ha acusato i soliti bruciori,acutizzati dallo sfregamento del pene durante la penetrazione. Di cosa potrebbe trattarsi ? In attesa di una Vostra risposta Vi porgo i miei più cordiali saluti!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
è possibile una infezione. Pertanto meglio proteggere i rappoirti con profilattico, mandare la signora da ginecologo e lei vada da andrologo. Anche per valutare se quei taglietti sono proprio frutto di infezione ovvero vi sia anche o soltanbto una modesta fimosi.