Utente 236XXX
Salve a tutti,
mi scuso da subito per la lunghezza del messaggio, ma la mia storia oculistica è complessa. Sono un uomo di 40 anni, miope elevato (OD -11sf, OS -12sf; cilindro poca roba). Nel 2002 nel corso di una visita mi è stato riscontrato un ipertono (OD 28mmHg, OS 24mmHg) e da allora sono in terapia con Xalatan (1 gtt la sera). Da inizio terapia la pressione è rimasta nel range 17-20, che il mio specialista ritiene adeguata in forza di uno spessore corneale piuttosto alto (630 micron circa, OO). Il campo visivo si è mantenuto normale nel corso del tempo.
Nell'ottobre 2011 ho notato, all'improvviso (nell'arco di una mattina), la comparsa di una "macchia" scura paracentrale in OS associata a leggera metamorfopsia. La macchia è visibile soprattuto nei cambi di illuminazione, e scompare dopo alcuni secondi. Sono stato sottoposto ad OCT e fluorangiografia. E' stata esclusa la presenza di membrane neovascolari ed è stata posta la diagnosi di distrofia dell'epr legata alla miopia. I sanitari hanno altresì escluso trattarsi di un problema legato alla pressione oculare. Aggiungo a ciò che circa 15 gg prima dell'evento avevo eseguito una visita di controllo x glaucoma (con dilatazione e fundus) la quale non aveva evidenziato nulla.

Negli ultimi giorni ho ripensato ad un problema avuto in passato e mi sono chiesto se questo possa essere messo in relazione con la distrofia dell'epr. Probabilmente è un'idea balzana, scusatemi. Si tratta di questo. Nel luglio scorso, quindi circa tre mesi prima del problema sopra esposto, ho notato la comparsa, sull'addome, di un nevo di Sutton (vitiligine perinevica). Il dermatologo mi ha detto trattarsi di una patologia benigna, spesso di origine autoimmune, a volta legata a disfunzioni tiroidee. Pertanto mi ha consigliato di eseguire il controllo degli ormoni tiroidei, che è risultato normale.

Ora la mia domanda è la seguente: è possibile che i due fenomeni (distrofia epr e vitiligine perinevica) siano in relazione tra loro? C'è qualcosa che posso fare?

Ringrazio anticipatamente per la Vs. cortese attenzione.

P.S.: navigando ho trovato il seguente lavoro che ipotizza una correlazione tra vitiligine ed alterazioni dell'epr:

Albert D.M. et al., "Vitiligo and disorders of the retinal pigment epithelium", British Journal of Opthalmology, n. 67, pp. 153-156

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
Per piacere può eseguire una angiografia con verde di indocianina
[#2] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dottore per la celere risposta. Posso provarci, non so quali saranno i tempi d'attesa. Posso sapere qual'è il sospetto?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
direi che e' fondamentale per capire se ci sono membrane occulte
[#4] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera Professore, mi permetto di rubarle ancora due minuti per aggiornarla sugli ultimi sviluppi.
Nei giorni scorsi sono stato sottoposto a follow-up con campo visivo maculare e nuova scansione OCT. Il CV ha evidenziato una lieve riduzione della sensibilità retinica in OO, non rilevando tuttavia la macchia che invece percepisco in OS. L'OCT è sovrapponibile al precedente eseguito in ott. e il refererto riporta "l'esame tomografico esclude la presenza di membrana neovascolare". Su questa base i sanitari non hanno ritenuto di procedere ad ulteriori accertamenti.
Sono davvero perplesso, non so che fare...