Utente 236XXX
buongiorno, vorrei sottoporre alla vostra attenzione il mio problema di eiaculazione precoce, di cui soffro da poco tempo, cioè da quando sono stato sottoposto ad un intervento per la rimozione di calcoli renali.
L'intervento, sostenuto circa un anno fa, si è svolto facendo passare una sonda attraverso l'uretra e dunque risalendo l'uretere fino all'imbocco del rene, ostruito da un calcolo.
Dopo aver liberato l'uretere, sono rimasto per tre giorni con due cateteri, il primo fino al rene ed il secondo in vescica.
Superato l'intervento, ho immediatamento notato un calo di desiderio sessuale.
Inoltre, i rapporti sono diventati dolorosi nel momento dell'eiaculazione e la 'durata' dei rapporti si è notevolmente ridotta, a causa di una (a mio avviso) ipersensibilità acquisita nella parte inferiore del glande.
Non so se sia riuscito a descrivere correttamente il problema, ma se mi si chiedesse che sensazione provo, beh è come se l'estremità dell'uretra si fosse 'ristretta'.
Ora ipotizzo una mia teoria che probabilmente è una stupidaggine: potrebbe essersi formata una cicatrice all'estremità del canale uretrale, dovuta all'estrazione dei due catateri, che da un lato ha ridotto il passaggio e dall'altro ha in qualche modo aumentato la sensibilità del glande?
Non ho ancora consultato alcun medico: dovrei farlo rivolgendomi ad un urologo, oppure ad un andrologo?
Ringrazio per l'attenzione e saluto cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
sarà necessario escludere la presenza di infiammazioni-infezioni dell'apparato urogenitale basso compresa l'uretra e bisogna verificare la situazione del meato uretrale esterno. Perciò è opportuno rivolgersi in primis al suo urologo di fiducia.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,credo che una visita presso un esperto andrologo sia ineludibile,non sottovalutando il parere del chirurgo operatore.Cordialita'