Utente 113XXX
Mio figlio di 2 anni è nato con agenesia renale monolaterale, abbiamo fatto 1 anno fa la scintigrafia renale e il rene presente vicaria benissimo la funzione di quello mancante. Dopo 2 giorni di febbre mio marito ha portato il bimbo dalla pediatra che effettuando uno stick nelle urine ha riscontrato, secondo lei, un'infezione. Domani dobbiamo effettuare l'urinocultura al laboratorio analisi. Mio marito mi ha detto che la pediatra gli ha parlato di acetoni e PH non corretto. Qual'è il rischio che corre il bimbo con un'infezione urinaria?Sono molto preoccupata, il rene che ha dobbiamo tenerlo protetto!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente
le persone cosiddette " monorene" ovvero con agenesia renale non hanno un rischio maggiore di infezioni.
Un' solo episodio di infezione urinaria in età prescolare è abbastanza comune.
Quello che è importante è che il rene funzionante non abbia anomalie ( reflusso, patologia del giunto etc..) che comportino, queste si', un rischio di infezioni recidivanti.


Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
Fino ad ora non sono state riconosciute patologie legate al rene (refluso ecc),ma possono anche venire in un secondo momento?
Ho ritirato l'esame delel urini, i valori che non vanno sono PH 1029, batteri 67%, urinocultura positiva e poi ceppo sensibile (maxifloxacin, labofloxacin, pennicillina e altri) e ceppo resistente gentamicin, eritromicin ett. Cosa significa?
[#3] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
purtropppo deve avere trascritto male i dati di PH e batteri. In ogni caso sembra trattarsi di un'infezione da Escherichia coli, un batterio comune nelle infezioni delle vie urinarie e di facile trattamento con le terapie a cui è sensibile ( maxifloxacin, penicillina etc..)
SE si tratta di un singolo episodio non ne farei un dramma.

Cordiali Saluti