Utente 195XXX
Buona sera,

la mia bimba di 6 mesi soffre di dermatite atopica.

Sono convinto che la causa scatenante sia stata l'inizio dello svezzamento perchè i primi segni sono iniziati a partire dal secondo/terzo giorno di introduzione della prima pappa.

Lo svezzamento è iniziato a 5 mesi e 15 giorni con 1 pappa al giorno a base di brodo vegetale (patata+carota+zucchina) + crema di riso/mais tapioca + mezzo cucchiaino di parmigiano + 2 cucchiaini di olio d'oliva. Inoltre a fine pasto mezzo vasetto di omogeneizzato alla frutta (mela/pera).

L'eruzione è partita dal mento per poi estendersi a collo e parte superiore del torace. La pediatra inizialmente ha detto che si trattava di una semplice "sudorina" e che potevamo andare avanti con lo svezzamento. Di nostra iniziativa abbiamo sospeso il parmigiano e abbiamo portato la bimba da un altro pediatra. Questi ha detto che si trattava di dermatite atopica e ha prescritto lenerit crema + 3 gocce di tinset alla sera.

All'epoca avevamo introdotto liofilizzato di pollo o tacchino o coniglio + passato di verdure (patate+carote+zucchine).

La situazione è leggermente migliorata sul viso ma è comparsa eruzione su schiena e pancia.

Il pediatra ha consigliato di aumentare la dose di tinset ( 3 gocce mattina + 4 gocce la sera) e ha sospeso la pomata al cortisone. Al suo posto ci ha dato triderm leni+.

La bimba continua ad avere forte arrossamento e prurito.

Il pediatra sembrerebbe contrario alla possibilità di una allergia alimentare ma personalmente non sono d'accordo. Quale sarebbe altrimenti la causa scatenante ?

Cosa consigliate di fare ?







Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
La dermatite atopica ( http://verna.blog.tiscali.it/2009/05/02/la_dermatite_atopica_in_breve_1985157-shtml/ ) può dipendere da una allergia alimentare ma, non necessariamente. L'esiguità degli alimenti introdotti farebbe pensare che il ruolo dell'allergia non sia preponderante. L'effettuazione dei test allergometrici potrebbe essere di aiuto per capire se possa valere la pena eliminare degli alimenti specifici dalla dieta ed evitare delle incongrue privazioni in questa importante fase della crescita della bambina.
Cordiali saluti,