Utente 236XXX
Salve.
Non ho mai avuto un ciclo molto regolare (parlo di pochi giorni di ritardo). Da agosto (più o meno) ho iniziato ad avere le mestruazioni più o meno ogni 50 giorni o giù di lì. Ho fatto delle analisi del sangue il 4/01/2012 (l'ultima mestruazione risale all'01/12/2011, ovviamente so di non essere incinta, ho fatto anche un' ecografia) ed è risultato che i valori ormonali sono:

TSH: 1,64 microIU/ml
Prolattina: 18,61 ng/ml
FSH: 4,61 mUI/ml
LH: 13,55 mUI/ml
Progesterone: 1,65 ng/ml
17 Beta estradiolo 84 pg/ml

Il mio ginecologo mi ha prescritto (credo) il progesterone da prendere mattina e sera per 5 giorni al termine dei quali dovrei avere il ciclo.

Quello che non capisco è: di solito la scarsa produzione di progesterone causa un accorciamento della fase lutea o no? Insomma vorrei capire precisamente cosa accade e perché non produco sufficiente progesterone (che se non erro dovrebbe essere prodotto dal corpo luteo).

Vorrei sapere se è corretto prendere il farmaco e se è una soluzione definitiva o il problema è cronico.

Grazie.
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Prof. Claudio Manna
20% attività +20
4 attualità +4
0 socialità +0
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Cara Signora, credo che il suo problema sia la mancanza di ovulazione e se questa non avviene il Progesterone non può salire perchè non si forma il corpo luteo. Probabilmente la causa della mancata ovulazione è legata ad una condizione di ovaio policistico come testimoniato dai livelli elevati di LH rispetto all'FSH. La conferma dovrebbe venire da un ecografia che metta bene in evidenza la struttura delle ovaie e i livelli di Androgeni. Il trattamento di questa condizione è legato ad uno studio completo della sua situazione ma anche da quello che desidera. Se cioè desidera solo ripristinare l'ovulazione e la regolarità dei cicli o se desidera una gravidanza
[#2] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Salve dottore, e grazie per la celere risposta.

In realtà so di avere l'ovaio policistico già da qualche anno, tuttavia non avevo mai avuto disturbi del ciclo così accentuati.

Per il momento non desidero gravidanze, vorrei soltanto che il mio ciclo si regolarizzasse.

In ogni caso, visto che il mio disturbo si è presentato circa 5 mesi fa, vorrei capire cos'è stato a scatenarlo... insomma, ho sempre avuto l'ovaio policistico, ma perché proprio ora il mio ciclo è diventato di 50 giorni? Inoltre, se l'ovulazione non avviene, perché (anche se con notevole ritardo) ho comunque le mestruazioni? Devo quindi aspettarmi che il mio ciclo resterà questo d'ora in poi?

Sono un po' confusa...

[#3] dopo  
Prof. Claudio Manna
20% attività +20
4 attualità +4
0 socialità +0
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Cara Signora mi conferma che le hanno diagnosticato una condizione di Ovaio policistico. Purtroppo si tratta di una realtà complessa e molto varia in chi ne soffre ed è necessario conoscere meglio la situazione specifica con esami ormonali approfonditi tra i quali l'Insulina. Sarebbe utile conoscere il suo peso specialmente in rappporto alla sua altezza
Può succedere che il ciclio si allunghi ulteriormente (oppure si accorci ) e per questo è bene predisporre delle terapie dopo aver approfondito adeguatamente la diagnosi sul suo tipo di ovaio policistico.
La mestruazione anche senza ovulazione arriva lo stesso perchè la continua produzione di estrogeni che c'è nell'ovaio policistico sollecita la crescita dell'endometrio. Questa però arriva ad un punto limite in cui lo stesso endometrio non ce la fa più a crescere e si sfalda da solo sotto forma di mestruazione .
Credo comunque che la sua condizione si possa affrontare e migliorare o anche normalizzare.