Utente 231XXX
Salve ho 43 anni uomo e volevo sottoporre alla vostra attenzione un episodio che mi sta letteralmente togliendo la pace.

Nel 2004 accusai una sintomatologia nervosa con un interessamneto sia dell'intestino che dello stomaco consistente in tremori nausee e dolenzia in sede epigastrica. Durò circa 4 mesi e bon riuscivo ne a mangiare ne a dormire. Venni curato con dei procinetici (levopraid e domperidon) e Psyllogel Mi rimisi e pensai che la cosa sarebbe finita li.

Lo scorso agosto 2011, mentre ero in vacanza hoi avuto un simil attacco di ansia con tremori, fortissima nausea eruttazioni e vertigini. Ero in autostrada e mi son dovuto fermare per circa due ore in attesa che l'attacco finisse. La sintomatologia era simile a quella gia sperimentata nel 2003 quindi presi un levopraid e un motilium e la cosa fini li.

Da fine ottobre gli attacchi sono ripresi, sino a culminare di nuovo in una sintomatologia che ha le seguenti caratteristiche, senso di nausea, fastidio alla bocca dello stomaco, dolore alla palpazione dell'intestino, feci stitiche a pezzi, talvolta con presenza di muco e soprattutto senso di inquietitudine che mi impedisce di riposare la notte. Il 26 dicembre scorso ho avuto una recrudescenza dei sintomi con addome gonfio, dolenzia diffusa e diarrea. Mi son recato al pronto soccorso ove sono stato sottoposto ai seguenti esami:

Analisi ematochimiche risultate normali tranne che per un alta bilirubinemia (sono un Gilbert naturale)

Rx diretta addome che non evidenziava nulla

Ecografia addome superiore che rilevava in sede colecistica la presenza di un polipetto di cm 10 di cui già ero a conoscenza essendomi sottoposto allo stesso esame poco tempo prima.
Mi veniva somministrata una flebo di debridat e un gastroprotettore e venivo dimesso con il consiglio di sottopormi a gastro e colonscopia.

Recatomi di nuovo dal gastroenterologo che mi curò anni prima esso mi ha pprescritto analisi del sangue fra cui anche il CA19.9 che a quante ne so io è un marcatore tumorale.

Ritirando oggi le analisi i risultati sono negativi. I parametri ematochimici sono a posto e i risultati dei marker sono Ca 19-9 uguale a 18 e ferritina uguale a 220. Tuttavia i sintomi di ripienezza epigastrica eruttazioni scarso appetito, uniti ad una sensazione di fatica e insonnia restano. Alla luce di quanto esposto lei esclude una patologia tumorale a carico dell'apparato gastroenterico? Mi scusi ma ho davvero una paura che mi toglie la pace.

Grazie in anticipo della risposta che vorrà darmi.

Saluti
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza e con questo mezzo non è possibile escludere nulla.
Ma la sintomatologia riferita farebbe pensare ad un disturbo funzionale più che tumorale, compatibile con la Sindrome dell' intestino irritabile associata a crisi d'ansia, sindrome che in ogni caso richiede una conferma con una visita diretta ed eventuali esami strumentali(gastroscopia, colonscopia)
[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Ho gia effettuato una visita (anzi piu d'una) presso un gastroenterologo a detta di piu persone molto bravo che ha riscontrato un colon irritabile e una gastrite di origine psicosomatica dandomi la seguente terapia:

Peridon ai pasti

Levopraid 15 gocce la sera

Psyllogel due volte al giorno.

Ripeto sia l'eco addome superiore che tutti gli esami ematochimici sono in ordine. A detta del gastroenterologo avendo escluso anche l'Helicobacter e il sangue nelle feci non c'è immediato bisogno di gastro e colon. Tuttavia i miei sintomi come gonfiore leggera nausea ai pasti e insonnia rimangono. Il dolore, o meglio il fastidio, è concentrato alla bocca dello stomaco. Poi io son ipocondriaco di mio e mi son messo a scartabellare su internet ed ecco li molti sintomi sono in comune con il tumore gastrico. Avendo perso mio padre per questo brutto male appena tre anni fa il cervello si mette a fare due piu due. Lei concorda con la valutazione del suo collega che esclude patologie tuomorali. Non vomito sangue e non perdo peso, ma ecco non vorrei arrivare Dio non vogli a quellos tadio li.

Grazie
[#3] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Poi volevo sapere, i marker di ferritina e ca 19.9 sarebbero elevati o comunque anormali in caso di neoplasia?
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Se la negatività di alcuni esami e la rassicurante diagnosi fatta dal suo gastroenterologo non sono stati sufficienti a tranquillizzarla, la sola possibilità, per escludere l'assenza delle temute patologie, sono gli esami diretti(Gastroscopia Colonscopia).
A distanza, come le ho scritto, non è possibile confermare o confutare la diagnosi fatta dal collega.
[#5] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Dottore,

So ormai di essere diventato paranoico.....i sintomi sono un po migliorati nel senso che mangio un po meglio anche se mi devo un po forzare...nel senso che quando mangio avverto un senso di simil repulsione....ho effettuato un altra visita gastroenterologica dal quale non è emerso nulla.

quello che mi preoccupa è l'insonnia annessa ad uno stato di debolezza e preoccupazione perenne. Il mio curante asserisce che io abbia bisogno di una consulenza neurologico psichiatrica. Adesso avverto del dolore dietro alle spalle e ho timore di avere un tumore ai polmoni. Premetto di aver perso mio padre nel 2008 per un microcitoma (era un fumatore incallito, mentre io non ho mai fumato in vita mia) con qualche metastasi cerebrale che provoca tale stato.Lei pensa che l'insonnia e il dolore epigastrico di cui parlavo nella precedente mail possano essere sintomi? Mi consiglia una rx toracica?
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Non posso confermare la reale necessità, nel suo caso, di una visita neuropsichiatrica, ma sicuramente un supporto psicologico potrà esserle di aiuto.
[#7] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Dottore,

Ho effettuato una rx toracica il cui referto è il seguente:

Negativo per lesioni parenchimali e pleuriche in atto e per alterazioni cardio mediastiniche.

Lieve sollevamento dell'emidiaframma dx.

Mi può dire cosa significa?

A me sembra un referto che esclude lesioni tumorali a carico deipolmoni.

Non ho capito cosa si intenda per lieve sollevamento.
Grazie
[#8] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Descrive solo che il diaframma è lievemente rialzato, nulla di patologico a carico dei polmoni.
[#9] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Dottore,

Per quanto riguarda la sintomatologia sovra descritta, volevo dire che l'appetito e migliorato, mentre il sonno ancora presenta qualche disturbo, la mattina poi ho spesso nausea al risveglio e senso di "scombussolamento" interno. Ho ripetuto le analisi ematochimiche emocromo , VES, bilirubina transaminasi esideremia. Tutto nella norma.Il curante insiste sulla tesi psicosomatica, ma io accuso sintomi fisici ben definiti come un certo dolore al petto e dietro alle spalle. Le lastre tuttavia come dicevo hanno escluso patologie a carico dei polmoni.
Ieri dopo tre mesi son tornato in palestra e mi sentivo realmente stremato come mai dopo l'allenamento che comunque ho portato a termine. Il mio peso è sempre quello si aggira sugli 87 88 kg per un metro e ottanta di altezza. In virtu di quanto esposto sopra, lei mi consiglia di effettuare anche il dosaggio del CEA (ho gia fatto il ca19.19
risultato, ringraziando Iddio negativo) e la ricerca di sangue occulto nelle feci?

La paura del "malaccio" è davvero tanta.

Grazie dell'attenzione
[#10] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Io non le consiglio nulla di più di quello che già le avevo scritto.
A distanza e senza averla visitata non posso assolutamente mettere in dubbio la diagnosi del suo medico curante.
In merito alla palestra, sentirsi stremato, dopo una assenza di tre mesi, è normale.
[#11] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore l'ultima domanda e poi prometto di non tediarla ulteriormente.

Ho effettuato le analisi e la ves risulta essere pari a 15 la sideremia pari a 125,10 la ferritina uguale a 211 e l'HB uguale a 14. Tali valori sono normali per escludere anemia? Realmente non riesco a spiegarmi lo stato di astenia in cui verso.

Grazie