Login | Registrati | Recupera password
0/0

Rivotril gocce

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010

    Rivotril gocce

    Dottori sono un ragazzo di 29 anni che assume rivotril al bisogno per attacchi di panico. Volevo sapere se ho bevuto una o più cocacola e mi viene un attacco di panico posso assumere rivotril gocce ( io ne prendo 5 gg di solito ) o ha interazioni con la bibita?




  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1945 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Psicologia

    Risponde dal
    2003
    L'assunziione al bisogno del farmaco non e' risolutiva per il suo disturbo.


    Dr. Francesco Saverio Ruggiero
    http://www.francescoruggiero.it
    http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 154 Medico specialista in: Psichiatria

    Risponde dal
    2010
    Gentile utente,
    il Rivotril (nome chimico: clonazepam) non ha interazioni significative note con la coca-cola. Cioè, nonostante aver bevuto la coca-cola, il Rivotril non darà più effetti collaterali o tossici del solito: non c'è una interazione pericolosa.

    L'interazione può consistere piuttosto nel fatto che hanno effetti che contrastano e limitano effetto uno dell'altro. La coca-cola, sebbene già da molti decenni non contiene più la coca, però contiene ancora la caffeina, che ha effetti tendenzialmente eccitatori, ed alcune altre sostanze potenzialmente eccitatorie, come l'acido fosforico. Dunque, può essere comunque prudente limitare il consumo di questa bevanda, se, dopo averla bevuta, sperimanta un attacco di panico, anche se cercherei di verificare se è davvero la colpa della coca-cola: ciò Le è capitato anche le altre volte, bevendo coca-cola? come tollera di solito le altre bevande contenenti la caffeina (ad esempo, il caffè) ? sono stati pressenti altri possibili motivi dell'ansia ?



    Dr. Alex Aleksey Gukov
    www.psichiatriagenova.tk
    www.proiettivo.tk

  4. #4
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Il mio psichiatra così me l'ha prescritto



  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Panico mai, ma se bevo la bottiglia intera da 2 lt ho reazioni ansiose. Con il caffè non sempre cmq un abuso di caffè giornaliero mi crea ansia. Io chiedevo dell'interazione perché sono un bevitore di cocacola a pranzo e a cena un mezza lattina per pasto e anche se di rado mi vengono attacchi di panico volevo sapere se assumendo il rivotril porrei aver problemi.




  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 154 Medico specialista in: Psichiatria

    Risponde dal
    2010
    Gentile utente,
    bene, grazie per le spiegazioni. Cerco allora di dirlo in un modo più semplice:

    il rivotril (se prescritto dal medico) in una persona che beve coca-cola non dà più problemi del solito.

    Dove invece vedo il problema è nel fatto che Lei soffre da anni di attacchi di panico, e forse il Rivotril al bisogno prende già da tempo. Nonostante la terapia farmacologica (la quale, dal Suo precedente consulto, è composta anche di Depakin Chrono e di Daparox), gli attacchi di panico proseguono a manifestarsi. Allora, in questi casi Le è stato prescritto il Rivotril? Ok, però tale schema (con l'ansiolitico al bisogno) si fa di solito solo nella prima fase delle cure "principali" (nel Suo caso: Depakin Chrono e Daparox): solo finché queste cure non hanno ancora riuscito a controllare la malattia. Se però Lei sempre necessita della terapia al bisogno, significa che la terapia "principale" non funziona abbastanza.

    E' possibile che i farmaci "principali" debbano essere un po' rivisti dal Suo specialista. E' possibile che le bevande che contengono la caffeina (ed i stimolanti in generale) esacerbano la Sua malattia ed in parte vanificano l'effetto delle cure. Infine, è anche possibile che per le Sue ansie e per gli attacchi di panico ci siano i motivi anche nei Suoi vissuti intimi o nelle circostanze della Sua vita: i motivi che i farmaci da soli possono non riuscire a modificare, e c'è bisogno anche di una psicoterapia.

    Queste possibilità possono essere tutte presenti.



    Dr. Alex Aleksey Gukov
    www.psichiatriagenova.tk
    www.proiettivo.tk

  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    Sicuramente servirebbe anche una psicoterapia anche perché sono sicuramente anche un giocatore d'azzardo patologico ed ebbero che le terapie nei periodi di forte panico me lo diminuiscono ma purtroppo devo fare sempre ricorso anche all'ansiolitico. Ci sarà stato qualcosa in passato che avrà scatenato questo DAP e siccome Le garantisco che ne ho passate tante ha ragione lei ma purtroppo in questo periodo non posso permettermi un ulteriore spesa per la psicoterapia anche perché mi sono giocato tutto non ho più un € e neanche il lavoro.



  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 1945 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Psicologia

    Risponde dal
    2003
    Gentile utente

    Fino a circa 10 giorni fa lei assumeva depakin che può essere considerato un farmaco appropriato per i disturbi che lamenta.

    Non e' normale bere 2 litri di cola e preoccuparsi della interazione con i farmaci quando il solo contenuto di caffeina di due litri basta a creare tremori ed agitazione.

    La presenza di un ulteriore disturbo da discontrollo richiede l'utilizzo di un trattamento più specifico e continuativo.

    Si rivolga al suo o ad un altro psichiatra per la rivalutazione della situazione, esponendo chiaramente i sintomi.



    Dr. Francesco Saverio Ruggiero
    http://www.francescoruggiero.it
    http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

Discussioni Simili

  1. Lexotan gocce
    in Psichiatria
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 26/01/2012, 13:23
  2. Mescolare farmaci
    in Psichiatria
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21/02/2012, 19:56
  3. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 08/11/2011, 16:29
  4. Ricaduta psicosi
    in Psichiatria
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 09/04/2012, 09:25
  5. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 28/10/2011, 15:12
ultima modifica:  24/10/2014 - 0,17        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896
 
@media only screen and (max-width: 767px) { #banner { display:none;} }