Utente 236XXX
Buongiorno, sono un uomo di 48 anni e questo è il mio problema. Ieri seda sedendomi malamente alla scrivania mi ha preso un dolore forte intercostale tale da non riuscire a fare più respiri profondi. Mi spiego erano fitte e inspirando arrivavo fino ad un certo punto poi partiva la fitta. Mi sono impaurito e sono andato a letto nella speranza che passasse ma così non è stato. Stavo un po' meglio ma di respiri profondi non se ne parlava nè tantomeno di girarsi sulla destra o sulla sinistra. Se così facevo un puto ben preciso sulla sinistra delle costole mi faceva partire la fitta. Il giorno dopo alle 7 decido di andare in ospedale ma mettendomi a sedere sul divano improvvisamente passa il dolore e ho potuto nuovamente respirare profondamente. Stando benissimo non sono andata in Ospedale. Che cosa ho avuto? Grazie
N.B. I controlli al cuore fatti qualche mese fa erano assolutamente negativi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
è del tutto verosimile che i suoi disturbi siano solo di mera natura muscolare o similartrosica, che nulla hanno a che vedere con l'attività cardiaca.
Stia sereno e solo se avesse difficoltà respiratorie sarebbe il caso di contattare il curante.
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È molto probabile che lei abbia presentato un banale dolore intercostale, data l improvvisa scomparsa della sintomatologia
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#3] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dell'immediata risposta e del servizio. Sono più sereno!
[#4] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Egregi dottori, scrivo di nuovo perchè il dolore è ricomparso e questa volta non è scemato come precedentemente. Sono allora andato in ospedale, ho fatto ecg, analisi del sangue e rx torace.
Ecg a posto
RX torace referta come segue: rilievo radiografico di minimo versamento pleurico basale sin.
Esami del sangue a posto compresi i globuli bianchi (nica alterazionela mioglobina (24,9) e la latticodreidogenasi (219)
Mi hanno dato ciproxin due volte al giorno e mi hanno detto di non preoccuparmi, che devo stare a riposo e poi faremo un controllo.

Ma il versamento pleurico è una cosa grave? Devo veramente non preoccuparmi?
Grazie di cure se mi risponderete ancora.

[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il versamento pleurico è legato ad una infiammazione di una membrana che protegge i polmoni, che può esser suscettibile all'aggressione di particolari virus e/o batteri, senza tuttavia dar luogo a particolari quadri patologici. E' tuttavia spesso una patologia che da luogo a sintomi irritativi e/o a difficoltà respiratorie che possono scemare nel corso di una settimana ma talora anche di qualche mese.
Il riposo e le giuste terapie la rimetteranno in sesto, vedrà.
[#6] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Egr. Dr. Martino,
ho fatto una nuova rx torace per controllare il versamento e il medico mi ha detto che l'opacità del versamente è quasi totalmente sparita e pertanto va bene così.
Mi sembrava una buona notizia ma poi, parlando con altri medici questi mi dicono se non sarebbe il caso di fare una TAC.
Cosa devo pensare? Se può darmi anche un suo parere le sarei grato.
Grazie