Utente 176XXX
Buonasera, premetto che è un periodo di fortissimo stress da diversi mesi, sono anche in cura con alprazolam ed efexor dai primi di novembre.
Ho da pochissimo effettuato cardiogramma e prelievo per enzimi del cuore in pronto soccorso e tutto era nella norma.
Il problema che vado a descrivere è si manifesta da più di sei mesi.
Ho 33 anni e sono di sesso maschile.alto 175 e peso 90 kg, soffro anche di steatosi al fegato.
Durante la masturbazione, la prima volta è successo circa 6 mesi o forse dipiù, ho notato che nel momento dell'orgasmo sentivo una fitta alla parte destra vicino allo sterno, ho pensato fosse perchè ero contratto.
Si è verificato molte altre volte ma non vi ho dato peso....
Da un mese ho ripreso rapporti sessuali con una ragazza, non avevo rapporti da più di un anno e mezzo, l'altra sera durante l'orgasmo ho sentito una fitta che mi ha preso sempre quella parte ma mi sembra anche tutta la circonferenza diciamo, se non erro dove passa l'intestino sotto lo sterno, sotto le costole.
Volevo avere, gentilmente, un parere da un cardiologo se è il caso di fare una prova sotto sforzo o se è tutto generato sempre dal mio stato di alta tensione e stress...
Grazie.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se il dolore fosse stato come dice lei, trafittivo e di breve durata, non vedrei motivi di preoccupazione.
E' tuttavia consigliabile, proprio perche' si definisce sotto stress, programmare un ECG sotto sforzo, specie se avesse familiarita' per infarti od ictus o peggio se fosse fumatore
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera, la ringrazio molto per la repentina risposta.
Devo confessarle che mi ha messo un po' di agitazione, l'elettrocardiogramma appena fatto e l'esame per verificare gli enzimi cardiaci pensavo mi potessero mettere l'anima in pace, mentre lei mi suggerisce un ecg sotto sforzo....
Io non sono fumatore però la nonna paterna è morta di ictus....
Parlerò col curante ed eventualmente effettuerò una visita cardiologica privata.
Grazie ancora.
Cordialità.