Utente 236XXX
Buonasera avrei bisogno di un vostro parere.ho sempre sofferto di ansia da quando ero ragazza,ho 48 anni .2 anni fa ho iniziato a soffrire di una tachicardia persistente. dopo aver fatto tutti gli esami del caso: ecg.ecocardiaca.studio elettrofisiologico transofageo. messo 2 volte holter 24h.e sentito diversi pareri di cardiologi.la diagnosi è tachicardia sinusale o battito costantemente sinusale.quello che vorrei chiedere ho preso per un periodo un betabloccante a basso dosaggio ma sospeso per effetti collaterali.Soffro di pressione bassa e avvertivo stanchezza e forti vertigini.nonostante però prendessi il farmaco ,la tachicardia veniva ugualmente anche 140 battiti al minuto, della durata di non più di 10 minuti al massimo.,per poi scendere a 80 e la sera quando sono a riposo anche a 75 battiti.Sono una persona molto molto ansiosa in cura con en gocce 13x3 al di. Devo fare ancora qualche esame più approfondito? o come mi hanno detto tuttti i cardiologi che ho sentito è solo fisiologica? Sono molto preoccupata ,scappo spesso al pronto soccorso ogni volta che sento il cuore che fa il matto .Ho fatto anche gli esami della tiroide t3 t4 tsh.normali solo il tsh tende a scendere da 0.765.a 0,565 le ultime stava a 0 ,365.ho fatto anche scintigrafia tiroidea con iodocaptazione ,esito normale per la scintigrafia invece la iodocaptazione esito:valori lievemente inferiori alla normalità.mi hanno detto che soffro di ipertiroidismo in fase di manifestazione.Mi scuso per essermi prolungata troppo. ma non ci capisco più niente , ho fatto molte visite ma tutt'oggi ho la tachicardia ,forte sudorazione alle mani e alle ascelle .anche in inverno,qualche volta anche tremore alle mani specialmente di mattino.Mi potete aiutare a capire che cosa ho?
ringrazio anticipatamente e spero in una risposta , che mi riesca a tranquillizzare.sono molto agitata .Ah dimenticavo soffro anche di Morbo celiaco scoperto 5 anni fa.Può dipendere anche da questo tutti i miei disturbi.Grazie per la pazienza che avete avuto leggendo questa mia lunga lettera.Di nuovo grazie e saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Io penso che lei non stia seguendo alcuna terapia per l ansia, il lancio che lei presenta.
L EN gocce è un sintomatico ed una terapia.
Per ciò che riguarda il cuore, lei afferma di essere stata in terapia con beta bloccante ( non precisato neppure come dosaggio) e di averlo sospeso per eftti collaterali ( che non descrive).
Il beta bloccante è il farmaco di scelta per una donna giovane che lamenta i suoi sintomi, ma ovviamente ci sono molti tipi di beta bloccanti, dei quali molti indicati nel suo caso, ne parli con il suo medico
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Carissimo Dott Cecchini, nella fretta e per l'ansia ho dimenticato di scrivere il nome del betabloccante:Congescor 1,25 se non sbaglio.I sintomi che mi dava erano forte stanchezza ,non riuscivo nemmeno a camminare e capogiri, dopo di questo me ne hanno dato un altro Ivabradina non ricordo il dosaggio so solamente che era il più basso .penso da 5mg.All'inizio mi calmava un po la tachicardia ma poi il cardiologo ,visto che lamentavo di nuovo gli stessi sintomi ,ha provato a dimezzarlo,perchè una sera la frequenza mi era scesa sotto i 60 battiti ed avevo i piedi freddi.Per l'ansia sono stata vista da alcuni psichiatri e neurologi e prima di arrivare ad EN gocce ho preso diversi calmanti dallo xanax,da 50 al Gabapentinda 100 ma invece di calmarmi mi agitavano ancora di più.Forse sono un caso patologico ,visto che tutti i medicinali che prendo mi danno effetti collaterali.Anche il mio medico curante non sa più che consigli darmi.Non può essere la tiroide a darmi questi disturbi? un cardiologo dove sono stata ricoverata voleva impiantarmi loop recorder ma visto che dopo lo studio elettrofisiologico transofageo non era emersa nessuna aritmia ha deciso alla fine di non metterlo più.Mi ha dato da mettere a casa quando mi veniva la tachicardia ,un apparecchio che non so come si chiama, che registrava la frequenza al momento che aumentava.Anche da li non è emerso niente il responso era sempre lo stesso:TACHICARDIA SINUSALE: Sinceramente non so cosa dirgli so soltanto che la mia ansia aumenta sempre di più ogni volta che sento i battiti accelerati.Una cosa che ho notato è che dopo aver preso le gocce si calmano, ma non sempre.Grazie ancora per la sua pazienza.Un ultima cosa un altro cardiologo mi aveva consigliato di mettere un loop recorder esterno ma ho chiesto nella mia zona nessuno sa dirmi dove potrei rivolgermi.grazie e le auguro una buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Comprendera' che non e' eticamente giusto prescrivere terapia per via telematica ad una persona che neppure si conosce.
Tuttavia da cio' che scrive le faccio presente che il tipo di beta bloccante che le e' stato prescritto non e' certo il piu' indicarto nel suo caso, dal momento che vi sono altri beta bloccanti che influiscono poco o nulla sulla pressione arteriosa e molto invece sulla frequenza..
Le segnalo inoltre che Il Congescor (ivabradina) a tutt'altre indicazioni di quelle che ha lei e che anche la terapia psichiatrica da lei effettuata non mi pare la piu' indicata nel suo caso.
LA tiroide va banalmente indagata con un prelievo di sangue per dosare gli ormoni.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera.mi scuso di nuovo per il fastidio che le reco.Volevo ringraziarla in quanto ho trovato in lei .anche se non ci conosciamo, una persona molto gentile e paziente nel rispondere alla mia lettera.volevo chiederle solo un ultima cosa riguardo al loop recorder per uso esterno,so che ce ne sono alcuni che si portano anche per 3 mesi ,ma nella zona dove abito (PROV ROMA) non mi hanno saputo dareindicazioni .GRAZIE.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Di certo non posso sapere dove trova un loop recorder nella sua zona. Mi spiace
Arrivederci
Cecchini
[#6] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera Dott Cecchini,eccomi di nuovo a scriverle dopo 1 anno.Visto che i problemi che avevo prima ancora me li porto dietro.Capisco che rispondere ad una persona ipocondriaca non è facile,Arrivo al problema,a settembre del 2012 ,sono riuscita a mettere in un ospedale di Roma l'event monitor.un piccolo apparecchio da portare in borsa e posizionarlo nel petto ogni volta che avvertivo la tachicardia,premetto che l'ho avuto per 15 giorni e puntualmente mi veniva la tachicardia.Altro problema ogni volta che appoggiavo l'apparecchio aumentavano anche a 140 al minuto.,dopo la misurazione dovevo scaricarli tramite telefono e venivano controllati dal cardiologo.Quando sono andata all'ospedale hanno confermato la diagnosi di tachicardia sinusale.Le ho spiegato che avevo preso in precedenza il congescorda 1,25,e dopo il procoralan((ivabradina),Le ho spiegato gli effetti collaterali che mi hanno portato alla loro sospensione.Battiti diminuiti specialmente la notte a 50 al minuto,forte stanchezza e vertigini,1 volta mi hanno procurato una frequenza strana che mi ha costretto ad andare al PS,i ho avuto delle extrasistole una dietro l'altra e poi il battito accelerava e diminuiva .Mi hanno di nuovo visitata fatto un altro ecg.la diagnosi sempre la stessa tachicardia sinusale in cuore sano.Anche loro mi hanno detto che il betabloccante non era indicato per la mia patologia,e mi hanno consigliato di provare un quarto di inderal la mattina.,che ancora devo prendere,sempre per paura degli effetti collaterali.La domanda che volevo porle è questa ;se io non prendo nessun betabloccante cosa rischio? Dovrò fare l'ablazione? La ringrazio molto per la pazienza ,Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi non si abla la tachicardia sinusale.
Poi non comorendo perche lei riporta che le avrebbero detto che il suo caso non si tratta con beta bloccante e poi le abbiano prescritto ( secondo me giustamente) Inderal, che è un ottimo beta bloccante.
Lo,assuma senza alcun timore e le risolverà il problema
Arrivederci
Cecchini