Utente 236XXX
circa 11 anni fa ho avuto una prostatie batterica, curata con successo.
ogni anno faccio una visita di controllo facendo sempre una spermiocoltura.
Non ho nessun disturbo e la spermiocoltura e' sempre negativa. risultato prostata nella norma nessuna prostatite in atto.
La domanda che volevo porvi e' la seguente, il fatto che io abbia avuto una prostatite mi predispone ad averne un altra? oppure visto che sono passati 11 anni le probabilità di averne un altra sono le stesse di una persona che non l ha mai avuta?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

a 11 anni da un episodio di prostatite possiamo tranquillamente dirle che "le probabilità di averne un altra sono le stesse di una persona che non l'ha mai avuta".

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
come detto dal collega il rischio che lei abbia una nuova prostatite è uguale a quello di una persona che non lha mai avuto
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

è difficile dare una risposta "matematica" al suo quesito.
Non credo ci siano dati certi in letteratura anche se è mia impressione che un soggetto che abbia avuto una prostatite acuta batterica sia "probabilmente" più predisposto ad una "recidiva" ed in questo senso io consigliuo a questi pazienti di non trascurae i vari sintomi che potrebbero essere indicativi di una tale patologia senza, però, cadere in una osservazione "paranoica" di tutti i segnali che provengono dall'apparato urologico
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non vada in ansia e, se vi è qualche disturbo, è bene sentire in diretta prima il suo medico di fiducia e poi eventualmente un esperto andrologo.

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
grazie dott beretta per la risposta, solo che la cosa mi confonde in quanto ho visto una netta contraddizione tra la sua e quella del dott. Pozza.
Quando io ho avuto in passato l' episodio di prostatite era perché' avevo trascurato un uretrite, e dopo quasi 6 mesi senza prende antibiotici mi e' venuta la prostatite provocata dal 'Haemophilus influenzae in numerose colonie ( battere secondo l'urologo del tempo abbastanza anomalo).
tale affezione l' ho curata con un mese di ciproxin, e tutto e' tornato poi alla normalità'.
da allora mai un disturbo.
L'urologo mi ha detto che se entro 5 anni non si manifesta un altro episodio, le mie probabilità' di avere un altra prostatite sono le stesse di una persona normale. lei dott Beretta cosa ne pensa?
e' vero che urinando dopo un rapporto, (possibilmente bevendo molta acqua) si riducono i rischi di una infezione?
La prostatite quando si manifesta da sempre dei sintomi?
Ultima domanda, anni fa mi hanno trovato delle calcificazioni nella prostata, tali calcificazioni non mi hanno mai dato problemi, possono darmene in futuro o visto che sono asintomatiche tali rimarranno?
grazie per la disponibilità
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

segua le corrette indicazioni datele dal suo urologo che sono corrette.

Al secondo quesito le rispondo sinteticamente con un sì, al terzo: non sempre e al quarto che le calcificazioni sono asintomatiche e che tali rimarranno.

Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
grazie per la risposta,
un ultima domanda, riguardo alla sessualità ( tassello che mi spaventa di più), la prostatite può dare problemi di erezioni o in generale sulla sessualità anche se asintomatica o solo quando e' accompagnata da sintomi?
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le cose che oggi sappiamo e sicuramente possiamo dire su questi temi è che le problematiche prostatiche sintomatiche creano disagi, ansie e paure e questi spesso scatenano anche problemi sulla sfera sessuale.

Cordiali saluti.
[#9] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
grazie dott Beretta per le risposte,
un ultima domanda
le calcificazioni predispongono ad infezioni in quanto si annidano i batteri oppure no?
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, la calcificazioni sono oggi considerate il segno di precedenti problematiche infiammatorie ma risolte.
[#11] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
mi scusi ancora un informazione mi pare che la prostatite non crei impotenza se non il dolore causato dalla stessa.
Puo la prostatite infiammare i nervi erigendi e creare impotenza oppure e' solo il dolore che crea impotenza?
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Come già detto:"quello che oggi sappiamo e sicuramente possiamo dirle su questa tematica è che le problematiche prostatiche sintomatiche creano disagi, ansie, paure ed anche dolori; questi spesso scatenano anche problemi sulla sfera sessuale.

Lasci perdere per il momento i nervi erigendi!