Utente 602XXX
Gentili dottori buongiorno,

sono una ragazza di 25 anni con rapporti sessuali frequenti sempre con lo stesso partner.

Verso Agosto 2011 è cominciata l'odissea delle infezioni vaginali. Prurito, Perdite dense e bianche... il mio ginecologo mi ha diagnosticato una candida che mi ha consigliato di curare con crema Meclon (sia per me che per il mio compagno) per una settimana.

La cura permette un miglioramento di qalche settimana ma poi tutto torna come prima... provo a rifare la cura con meclon senza consultare il ginecologo ma non ha nessun effetto.. il ginecologo mi prescrive allora un tampone vaginale visto che anche ad occhio nudo sembra esserci una brutta infezione...

Il tampone dice così:

Negativo. Si isola la normale flora lattobacillare di doderlein.

Micoplasma homnis: Assente
Ureaplasma Urealyticum: Assente
Ricerca Trichomonas vaginalis: negativo
Ricerca Chlamydia Trachomatis (Tampone) test immunoenzimatico diretto da tampone: Cervicale negativo

Considerato che è tutto negativo il ginecologo dice che non si tratta di un problema di natura infettiva e mi consiglia di usare REPHRESH GEL una applicazione anche internamente alla sera per una settimana e poi a sere alterne per un altra settimana e poi ancora per due volte alla settimana per un mese.

La cura la da solo a me e nulla al mio fidanzato visto che il problema non è infettivo. Nel frattempo il mio compagno è andato da un bravo dermatologo perchè notava dei piccoli puntini sotto il glande ma dopo un'accurata visita gli è stato detto che non ha assolutamente nulla.

Inizio la cura con REPHRESH GEL ma dopo 4 giorni le cose quasi peggiorano... il prurito continua, durante i rapporti ho bruciore, le perdite sono così dense che ormai non permettono più nessuna lubrificazione né durante i rapporti nè durante la giornata.. come invece accadeva prima anche abbondandemente..

Ho provato ad interrompere il Gel e ricominciare con la crema Meclon ma non è cambiato nulla..

Non so più cosa fare... sapete aiutarmi gentilmente? Aggiungo che uso l'anello vaginale Nuvaring da ormai 4 anni...

Grazie mille
[#1] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello
52% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,

visti i fastidi continui, cambierei il mezzo contraccettivo almeno temporaneamente, passando ad una pillola normale (anche se comunque il nuvaring non è responsabile, ma per eliminare un fattore di confondimento).

Farei poi una vulvoscopia, che è un esame che si esegue con lente di ingrandimento, presso un medico ginecologo con competenze dermatologiche, o presso un dermatologo.

Ripeterei il tampone in un momento in cui le perdite o i fastidi sono più intensi, ed associerei l'esame batterioscopico (si guarda al microscopio la flora batterica "fresca").

L'intestino come va? E' un periodo di stress?
[#2] dopo  
Utente 602XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la sua risposta. Cercherò di prendere un appuntamento da un dermatolgo e vediamo cosa dice.

L'intestino insomma, va a periodi come sempre per me.. soffro di colite e colon irritabile fin da bambina.. ci sono periodi in cui vado abbastanza bene ed altri invece molto male.. ma non ho mai capito in base a cosa avviene il miglioramento o il peggioramento.

In questo periodo della mia vita no, non c'è stress.. anzi.. va tutto molto bene.. i problemi vaginali sono arrivati dopo qalche mese di totale serenità che seguiva un forte periodo di stress ad inizio anno.

Saluti
[#3] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello
52% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Curerei particolarmente la regolarità intestinale, la stipsi è sicuramente un fattore causale o peggiorativo della situazione.