Login | Registrati | Recupera password
0/0

Alanina alta

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007

    Alanina alta

    Buon giorno,
    dalle analisi del sangue che ho effettuato il 24/01/2012 è emerso che ho l'alanina aminotransferasi (ALT) a 74 u/l mentrre il valore max di riferimento è a 40 ed il colosterolo a 206 mg mentre il valore max di riferimento è 200.Tutti gli altri valori sono nella norma (azotemia, glicemia, trigliceridi 92mg,ves 3,aspartato aminotransferasi ast 32 u/l, emocromo nella nroma).Secondo voi da cosa può dipendere.
    Segnalo che vivo da solo quindi le mie abitudini alimentari non sono delle migliori, mangio prevalentemente pasta e carne, poca frutta e verdura, niente pesce.Poi mangio ad orari particolari (12.00 il pranzo mentre la cena verso le 22.00).
    Ringrazio anticipatamente chi mi risponderà.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Quando scrive "le mie abitudini alimentari non sono delle migliori" vuol dire che lei ha gia' la soluzione in tasca... ALT, AST e GammaGT sono i maggiori indicatori per l'attivita' epatica, e l'innalzamento di questi valori e' per lo piu' causato da un regime alimentare che affatica appunto il fegato (troppi grassi, fritti, alcool...).
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    La ringrazio per la risposta.
    Proverò a variare l'alimentazione.
    Buona sera.



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Ottima idea; e non dimentichi di fare un po' di attivita' fisica, cosi' a buon conto diminuira' anche il colesterolo (che comunque e' soltanto di poco superiore ai valori massimi desiderabili).
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Per quanto riguarda lo sport, non ci sono problemi in quanto gioco a tennis ed a calcetto, infatti le analisi le ho fatte in vista della visita sportiva.
    Cmq dalle informazioni che ho trovato su internet, ho capito che ci potrebbe essere anche un collegamento tra le transaminasi e la ripresa dell'attivitià sportiva.In effetti ho iniziato gli allenamenti da poco.Secondo voi può essere una tesi valida?
    Cmq tra 10 gg rifarò le analisi.



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Che intende dire quando parla di "un collegamento tra le transaminasi e la ripresa dell'attivitià sportiva"? Forse vuole intendere che fare sport aumenta le transaminasi? In questo caso la risposta sarebbe "no".
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Buona sera,
    in effetti avevo capito che la ripresa dell'attività sportiva poteva far aumentare le transaminasi, ma non assumendo nessun tipo di integratore, mi sembrava strano.
    Cmq meglio cosi, perchè io faccio molto sport.
    Buona sera



  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    L'attivita' fisica non potra' farle che bene.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  9. #9
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Buon giorno dottore.
    La settimana prossima rifarò le analisi, però prima vorrei sincerarmi se l'alimentazione che sto facendo va bene.
    Partendo dalla colazione, ho sostiuto il classico latte parzialmente scremato, con il latte Omega3 della più nota marca (evito di dirlo perchè non so se in questo sito è possibile richiamare delle marche).Logicamente il latte lo accompagno con dei biscotti confezionati.
    Come primi, alterno la pasta,il riso ed a volte anche la pasta fresca.
    Ho eliminato del tutto sofficini, spinacine, cordon bleu, l'unica eccezione la faccio con i bastoncini perchè, insieme al tonno in scatola, è l'unica "forma di pesce" che riesco a mangiare.
    Come carne sto utilizzando solo petto di pollo.
    Ho inserito frutta (mele, pere) e verdura (insalata e pomodori), che prima raramente mangiavo.Per i legumi, mangio fagioli e piselli.
    Come derivati del latte, ogni tanto una mozzarella, grana e formaggio da condimento.
    Niente caffè (ne avrò bevuti 5 in tutta la mia vtia), o alcolici (ho eliminato anche la birra del sabato sera), niente sigarette (un tiro, di numero, in tutta la mia vita).
    Per quanto riguarda la pizza, ho sostituito le pizze molte condite, con una più semplice "primavera" (bianca con grana, rucola e pomodorini).
    Per quanto riguarda gli orari, purtroppo non sono cambiati:13.00 il pranzo, 22.00 la cena
    Secondo Lei, cosa dovrei aggiungere o eliminare?
    Ps, mi sto un pò fissando, del tipo non mangiò più salsicce, bistecche, dolci, perchè non so che utilizzo ne posso fare.
    Grazie.



  10. #10
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Mi sembra un'alimentazione abbastanza equilibrata. Solo sostituirei il pesce fritto e il tonno in scatola con del pesce fresco...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  11. #11
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    La ringrazio per la risposta.
    Per quanto riguarda il pesce, come detto mangio solo i bastoncini, ma al forno, e il tonno in scatola.Purtroppo non mi piace il pesce presco.
    Potrei al massimo mangiare del polipo, ed i crostacei ,ma credo che non sono proprio il massimo per la mia situazione.
    Buona serata.



  12. #12
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Se puo' cerchi di sforzarsi: una sogliola bollita, un bel merluzzo... sono buoni e contribuiscono a variare la dieta...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  13. #13
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Ok graize per i consigli.
    Le chiedo un'ultima cosa visto che non sono riuscito a torvare informazioni precisi su internet.
    Posso mangiare i dolci fatti in casa?Tipo una ciambella con del cacaco?
    Grazie.

    Buona serata.



  14. #14
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Con moderazione, puo' e deve mangiare di tutto.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  15. #15
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Buona sera dottore,
    ho seguito il suo consiglio.per la prima volta in vita mia ho mangiato del pesce (merluzzo), non è buonissimo, però se devo farlo...
    Grazie e buona sera.



  16. #16
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Il diavolo non e' cosi' brutto come lo si dipinge... E comunque complimenti!
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  17. #17
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Buona sera dottore.
    Mi rendo conto che è difficile dare un risposta perchè ci vorrebbe una visita, cosa che farò tra qualche giorno, ma è da circa una settimana che ho un fastidio, tipo pesantezza, nella zona del "cavallo del pantalone", ma di preciso non riesco a localizzarlo.
    Premetto che passo circa 10 ore al giorno seduto.
    Secondo lei cosa potrebbe essere?



  18. #18
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Beh, se lei non riesce nemmeno a localizzarlo io avrei bisogno di doti paranormali per fare diagnosi! Visto che e' giovane magari si tratta solo di un problema muscolare, ma le ipotesi potrebbero essere anche molte altre...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  19. #19
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Infatti, leggo che potrebbe dipendere dalla prostata..



  20. #20
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    E' una delle tante possibilita'... ma e' improbabile a 30 anni...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  21. #21
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    La ringrazio per la pronta risposta.
    Comunque in virtù dell'analisi che ho fatto il 24 gennaio, dove la ves era a 3, penso che non sia nulla di grave, altrimenti se covava qual cosa di brutto, la ves non doveva essere alta?



  22. #22
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Mah... in un certo senso direi di si'. La VES rispecchia la situazione al giorno del prelievo e si porta dietro la memoria di molte settimane precedenti: quando questo valore sale, poi la discesa risulta sempre molto lenta; ci da informazioni riguardo eventuali infiammazioni, pero' in maniera molto aspecifica: impossibile percio' stabilire (faccio un esempio, non sto pensando al suo caso...) se una VES alta sia imputabile ad un'influenza o ad una infezione delle vie urinarie...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  23. #23
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Grazie dottore.
    Comunque domani rifarò le analisi per controllare il colesterolo e le transaminasi, e visto che mi trovo, penso che farò anche la PSA per monitorare anche la prostata.
    Lei pensa che sia una buona idea?
    Anche perchè il 28 ho prenotato la visita da un andrologo.



  24. #24
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Lei e' un po' giovane per pensare ad un tumore alla prostata... ad ogni modo se il suo Medico ritiene di doverle prescrivere anche il PSA avra' le sue buone ragioni...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  25. #25
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Veramente non ho consultato il mio medico, perchè risiedo in un paese diverso, e qui non ho nessun medico dove poter andare, tranne gli specialisti.
    Infatti anche per le altre analisi, ho fatto tutto da solo, senza nemmeno l'impegnativa.
    Per le analisi della PSA è una mia idea, ho letto su internet che si usa per vedere se c'è un problema alla prostata.



  26. #26
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Si', ma va eseguito di norma dopo i 50 anni di eta'... Le consiglio di trovarsi un medico nella zona dove risiede, altrimenti, come vede, rischia di fare analisi inutili e (ancor peggio!) di non fare quelle che effettivamente le servirebbero.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  27. #27
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Dottore ha perfettamente ragione, ma purtroppo non tutti sono cosi disponibili come lei.Ho provato ad andare da un medico, ma non mi ha fatto nemmeno sedere, e dire che è quello preposto all'assistenza degli universitari (categoria nella quale ancora rientro essendo iscritto regolarmente).Quindi figuriamo se ora sarebbe disposto a farmi una visita un pò più delicata.
    Comunque oggi ho ripetuto le analisi per il colesterolo e le transaminasi, poi ho fatto. su consiglio dell'analisita anche l'analisi alle urine per vedere se c'è qualche infezione alle vie urinarie, e come le dicevo, ho fatto anche la psa, in attesa della visita che farò il 28.
    Lo so forse esagero, ma purtroppo, dopo i tanti malesseri di mio padre, ho paura di ammalarmi.



  28. #28
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Aspettiamo dunque la visita del 28. Intanto pero' cerchi di risolvere il problema della scelta del medico...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  29. #29
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Buon giorno dottore,
    mi sembra giusto tenerla informata.
    In attessa della visita dall'urologo, ho assunto per due giorni una bustina di nimesulid, e fortunatamente il dolore è quasi del tutto passato.
    Credo che sia anche logico in quanto ad un dolore è associata un'infiammazione, ma ciò non toglie che sono più tranquillo.
    Buona giornata.



  30. #30
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    In effetti l'utilizzo degli antinfiammatori, e piu' in generale degli antidolorifici, porta a due risultati, non sempre entrambi graditi: uno, evidente, e' quello di combattere l'infiammazione e il dolore, l'altro e' la conseguente mancanza di "campanelli d'allarme" o comunque segnali che sia il paziente sia il medico possono intepretare al fine di giungere piu' facilmente alla diagnosi e quindi alla corretta terapia.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  31. #31
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Buon giorno dottore,
    oggi ho ritirato le analisi.
    Per quanto riguarda il discorso del colosterolo e della transaminasi, ora sono nelle norma:
    colesterolo totale 176;
    alt 38;
    ast 28.
    Per quanto riguarda la PSA è 1,30 ng/ml per un valore di riferimento di fino a 4.5, quindi direi che per la prostata è tutto ok.Ciò significa anche che non dovrei avere nemmeno la prostatite?
    L'urinocoltura è negativa.
    L'unica cosa sono usciti dei valori lievemente alterati nell'analisi delle urine:
    proteine +2;
    emoglobina +1;
    corpi chetonici +3;
    bilirubina +1.
    Ed il referto recita:
    alcune cellule, rari leucociti.Rare emazie, diversi urati amorfi.
    Da premettere che ripeterò le analisi delle urine perchè l'urina esaminata non era la prima del mattino, perchè l'avevo raccolta in un contenitore non sterile, ed in laboratorio ne ho raccolta pochissima, infatti l'analista mi ha detto di stare tranquillo ma per sicurezza conviene rifarle.
    Di conseguenza, ho rinviato la visita dall'urologo a giovedi in modo da avere anche le analidi selle urine.
    In tutto ciò, lei cosa ne pensa?



  32. #32
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Le urine sono evidentemente da ripetere, visto che le modalita' di raccolta sono quelle da lei descritte. Sul resto non mi pare vi sia nulla di cui preoccuparsi.
    Le segnalo soltanto il fatto che il valore del PSA puo' innalzarsi in caso di ipertrofia e/o di tumore prostatico, ma non sempre in corso di prostatite. Tant'e', come le scrivevo mercoledi' scorso, che si effettua normalmente al di sopra dei 50 anni di eta'.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  33. #33
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    La ringrazio per la risposta.
    La terrò informata!



  34. #34
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Chiedo scusa,
    mi sorge un dubbio.
    Se i valori delle urine fossero veri, mi dovrei proccupare?
    Da cosa potrebbero dipendere?



  35. #35
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    No, nulla di particolarmente preoccupante, ma e' evidente che possono essere valori non reali per via delle modalita' di raccolta.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  36. #36
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Grazie dottore,
    molto gentile, i suoi pazienti sono fortunati!



  37. #37
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Addirittura! Grazie...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  38. #38
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Si figuri,
    però è vero,Lei è molto disponibile, e credo che per un paziente sia molto importante questo.



  39. #39
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    La ringrazio molto per le sue belle parole.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  40. #40
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Buona sera dottore,
    oggi ho ripetuto l'analisi delle urine ed ora sono tutte nella norma.
    L'unica cosa, dall'esame microscopico del sedimento sono emerse rare cellule e rari leucociti.
    L'analista mi ha detto che non è niente.
    Lei cosa ne pensa?
    Poi per quanto riguarda il dolore di cui parlammo, ogni giorno che passa sto meglio.
    Cmq il dubbio rimane sulla sua causa.Aspetto la visita.
    Buona sera!



  41. #41
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Quello che lei chiama "analista" in realta' e' un tecnico di laboratorio, o magari un medico, per di piu' specialista in Patologia Clinica o in branche similari... Ad ogni modo sono d'accordo con lui: non si tratta di reperti patologici.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  42. #42
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    In effetti è un pò riduttivo chiamare analista chi ha effettuato anni di studi, ancor più considerando che si tratta di un biologo.
    Cmq sembra che non riuscirò a fare questa visita dall'urologo, perchè domani il dottore non farà studio.Un pò di sfortuna in questo.
    Però su questo ho una curisiosità: considerando il risultato delle analisi del sangue e delle urine, con l'aggiunta della PSA, ed il passar del dolore, si possono escludere patologie serie?
    Perchè se avessi qual cosa di grave, non dovrebbe uscire dalle analisi?



  43. #43
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Che intende per "patologie serie"? A carico di quale organo? Il PSA basso praticamente esclude le patologie piu' importanti della prostata, ma per altri organi ovviamente bisognerebbe fare indagini specifiche. Se fosse sufficiente un esame urine per diagnosticare tutto avremmo fatto la scoperta del secolo!
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  44. #44
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Le analisi mi inducono ad escludere il fegato, i reni e la prostata.
    Rimane l'intestino, e considerando la zona del dolore, potrebbe dipendere da lui.
    Ho pensato anche al varicocele in quanto sono già stato operato due volte, ma sempre al testicolo sinistro,ora invece il dolore tende a localizzarsi a destra, dove del resto in passato il chirurgo mi riscontrò una lieve ernia ingiunale (ma forse per ignoranza non riesco a vedere un nesso con la parte in questione).
    Quando parlo di patologie serie, faccio riferimento a tumori.
    Grazie buona giornata.




  45. #45
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Come le dicevo alla mia prima risposta probabilmente migliorando il regime alimentare le cose andrebbero meglio...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  46. #46
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Ok grazie.
    Cmq ho rinunciato all'idea di andare dello specialista perchè non ci troviamo con gli orari, ma ho contattato il mio medico curante e secondo lui potrebbe dipendere da emorroidi o da ragadi.Mi sembra strano perchè non ho perdite di sangue.Cmq sabato scenderò a casa e mi farò controllare.



  47. #47
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Non sono d'accordo: emorroidi e ragadi non danno dolori addominali come quelli da lei descritti.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  48. #48
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    No dottore, non avverto dolori addominali, ma nella zona perineale.



  49. #49
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Ah, ok. Mi scusi, probabilmente avevo capito male. Meglio dunque aspettare che il suo Medico la visiti.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  50. #50
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Si figuri,
    infatti per questo ho fatto l'analisi della psa, perchè sospettava anche un interessamento della prostata.




  51. #51
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Bene. Attendiamo la visita.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  52. #52
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Buona sera dottore,
    oggi ho effettuato la tanta attesa visita.
    Secondo il mio dottore ho un'infiammazione dei muscoli del perineo.
    Mi ha prescritto expose 100mg.
    La visita si è svolta cosi:
    ha visto le mie analisi;
    mi ha chiesto se ho problemi nella minzione e se durante la notte mi alzo per andare in bagno;
    mi ha chiesto se ho sangue nelle feci o prurito;
    mi ha visitato l'inguine per escludere ernie o varicoceli;
    mi ha controllato la zono perineale.
    Al termine di tutto ciò mi ha detto che ho un'infiammazione.
    Lei cosa ne pensa?
    Sia della prognosi che del farmaco.
    Graize e buona sera.



  53. #53
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Certamente non posso sapere se la diagnosi sia corretta o meno, pero' posso dirle che la terapia e' commisurata ad una mialgia.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  54. #54
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Certo, è difficile dare un giudizio sulla diagnosi, infatti la prendo per buona perchè mi fido del mio medico.
    Ma per la prognosi, entro quanti giorni dovrei avere dei miglioramenti?
    Poi credo che sia tutto collegato, diagnosi e prognosi, perchè se con le medicine prescritte non ho miglioramenti, vuol dire che la diagnosi è sbagliata.



  55. #55
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Beh, non sempre e' proprio cosi'... Comunque diciamo che dovrebbe avere gia' nella prima settimana dei miglioramenti apprezzabili.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  56. #56
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Ok grazie,
    la terrò informata.



  57. #57
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Senz'altro.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  58. #58
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Buon giorno,
    oggi ho effettuato la visita proctologica con anoscopia ed il dottore ha riscontrato un notevole ipertono sfinteriale.
    Con questa "patologia" sono giustificati i sintomi precedentemente descritti (dolore zona perianale e disturbi intestinali)?
    La terapia prescritta è Antrolin per l'ipertono, ed enterolactis per riequilibrare la flora intestinale.
    Voi cosa ne pensate?



  59. #59
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    L'ipertono puo' senz'altro giustificare il dolore nella zona perianale. Molto meno i disturbi intestinali. Pero' vedo che le hanno prescritto l'Enterolactis, quindi probabilmente il Medico ha valutato anche questo aspetto qui...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  60. #60
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Grazie per la risposta.
    Il proctologo che mi ha visitato mi ha detto che i disturbi intestinali sono dovuti al fatto che l'ipertono non permette l'espulsione delle feci in modo corretto, quindi ho l'esigenza di andare più volte in bagno.
    Mi ha prescritto l'enterolactis per riequilibrare il funzionamento intestinale.
    Speriamo bene.



  61. #61
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Cerchi anche di regolarizzare al massimo la dieta pero'...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  62. #62
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Cercherò di migliorare, ma veramente mi sto sforzando..
    Spero solo che non sia solo l'inizio di problemi più gravi.
    Cmq ad oggi il dolore va meglio, ma i problemi intestinali non sono passati.



  63. #63
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    In assenza di diagnosi specifiche i dolori intestinali si risolvono (o comunque si attenuano) sempre utilizzando lo stesso metodo: migliorare la dieta e ridurre i fattori di ansia/stress.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  64. #64
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Grazie dottore,
    cmq oggi va meglio.




  65. #65
    Indice di partecipazione al sito: 1666 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Bene...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

Discussioni Simili

  1. Transaminasi molto alte
    in Medicina generale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 26/01/2012, 13:30
  2. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 07/04/2012, 13:43
  3. Transaminasi gpt
    in Medicina generale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14/05/2012, 12:29
  4. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 18/06/2011, 20:17
  5. Transaminasi gpt-alt 60
    in Medicina generale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 19/05/2011, 22:28
ultima modifica:  14/10/2014 - 0,44        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896