Utente 208XXX
Cari medici,

ha un varicocele sinistro (tra primo e secondo grado) e so questo fatto da almeno dieci anni.
L´ultimo spermiogramma da me effettuato diversi anni fa era perfettissimo.

Ho avuto una prostatite guarita in seguito del tutto, anche questo diversi anni fa. Ed i relativi controlli erano del tutto a posto.

Ogni tanto vedo pornografia in Internet e quando questo accade la masturbazione pornografica (e dunque la stimolazione del pene) puó durare anche un paio di ore.
Chiesi una volta al mio medico se questa masturbazione pornografica prolungata potesse essere pericolosa, ma mi venne sempre detto di no (a patto di non stare tutte le notti per tutta la notte dietro a siti porno cosa che ovviamente non faccio) !

Peraltro domandai a suo tempo ad uno psicologo che disse che non mi dovevo preoccupare e che anzi era consigliabile "non reprimersi troppo" e che assolutamente non ero dipendente da pornografia (visto poi che anche per lunghi periodi non vedo affatto tale "roba" salvo poi risentire il bisogno periodicamente...).

Ultimamente ho notato che in alcune occasioni provo un dolore al testicolo sinistro dopo questa pratica e forse anche un lievissimo bruciore nella prostata o anche urinando se l´urina é molto concentrata. Tutti questi disturbi passano comunque presto.

Ed ora ho notato che se la masturbazione davvero si protrae per circa un paio di ore sento un dolore al testicolo (soprattutto sinistro dove c´é il varicocele) e se tocco o premo il testicolo sento dolore dopo la masturbazione, dolore che poi tende a scomparire dopo un certo tempo.

MI DEVO PREOCCUPARE ?
Rischio dei danni / infiammazioni / infezioni / infertilitá ?
Devo fare ecografie, palpazioni, colture, ecocolordoppler, risonanze, ecc ?
L´ultima ecografia dei testicoli di alcuni anni fa era a posto (fatta per controllare il varicocele).

Cordiali saluti e ringraziamenti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

l'autoerotismo non procura dolore, nè segni o sintomi di infezione.
tuttavia, di norma, qualsiasi dolore testicolare deve essere inquadrato dallo specialista già a partire dalla visita con l'andrologo che valuterà il percorso migliore.

a volte la prolungata stimolazione sessuale può favorire la congestione della prostata, che però si rissolve con l'eiaculazione...

nel suo caso specifico consiglio sempre e comunque una semplice visita.

ci aggiorni.

cordialità