Utente 237XXX
Buongiorno a tutti,
Mi chiamo Massimo e ho 26 anni. Da qualche giorno ho notato delle macchie bianche accanto al prepuzio, precisamente tra la pelle e il glande. Inoltre ogni volta che ho un erezione noto anche che la pelle si secca all'istante e diventa facilmente irritabile. Non ho nessun tipo di fastidio, dolore o prurito. Ulteriori informazioni utili possono essere il fatto che l'anno scorso sono stato circoinciso causa fimosi serrata e che la mia partner sia attualmente affetta da candida. Ho deciso di scrivere su questo forum per capire se mi sto comportando in maniera superficiale astenendomi dal farmi visitare, oppure se sono sintomi comuni e banali e posso continuare serenamente le applicazioni di gyno canesten insieme alla mia partner.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

le dico subito che il suo comportamento non è quello corretto.

In questi casi il primo passo da fare è sempre quello di sentire in diretta il suo medico di fiducia e poi a ruota sarà lui a darle l'indicazione terapeutica da seguire oppure l'indicazioe di consultare un bravo specialista.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Dottore, finchè l'unico motivo di preoccupazione é la visione di 3 macchiette bianche, senza alcun disturbo di nessun tipo non me la sento di prenotare una visita specialistica... Scrivevo giusto appunto per capire se invece non é rilevante l'assenza di pruriti o fastidi, e anche se sono delle innocenti macchiette potrebbero essere sintomo di qualcosa di grave. Cercherò di telefonare all'andrologo urologo che mi ha operato lo scorso anno, spero di ritrovarlo.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non senta subito il suo urologo, mi sembra che il passo giusto pora è quello di sentire in diretta e prima il suo medico di famiglia.

Ancora cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

se a una donna viene disgnosticata una candidosi dovrebbe essere prescritta una teapia per la donna e per il suo uomo con cui ha rapporti sessuali.
La probabilità di contagio è elevata .
Nel suo caso specifico varrebbe la pena di consulatre il medico di famiglia (?) o forse, meglio, un andrologo così come sua moglie è andata a farsi visitare dal suo ginecologo
Ognuno dal suo specialista

cari saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le ripeto, non bruci le tappe "canoniche" della diagnosi: prima la valutazione del suo medico di fiducia e poi sarà lui ad indicarle, in questo specifico caso, l'eventuale specialista da consultare.

In altro momento poi, come detto dal collega Pozza, se mai fatto, dovrà conoscere o consultare il suo andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.