Utente 237XXX
buon giorno, ho 54 anni, ho la sclerosi multipla, ho avuto due infarti con angioplastica e l'inserimento di sei stent, ho un leggero ipotiroidismo, ho sempre dolori al petto che si irradiano alla giugulare, apparente mal di denti e mandibola, continuo a fare controlli, resto un soggetto complicato ma stabile, premetto che gli infarti si sono verificati senza alterazione di enzimi ed ecg, le alterazioni si sono viste solo all'ultimo momento, il secondo infarto è stata una sorpresa, se ne sono accorti solo durante la coronarografia che era di controllo, come mai i dolori continuano? devo preoccuparmi? mi hanno detto che dovessi avere altri episodi di ischemia niente più angioplastica ma bypass, la mia domanda è: non sarebbe meglio fare il baypass senza l'emergenza? le descrivo la terapia: plavix, dilzene 300 mono5 50 ranexa750 due al di blopress16 ranitidina300 cardioaspirina eskim1000 torvast80, eutirox25 e rebif22 per l'sm, l'ultima coronaro ha evidenziato la chiusura al 70% dellarteria postero laterale e buon esito delle precedenti angioplastiche, lei cosa mi consiglia? dimenticavo il primo infarto mi ha lasciato una acinesia apicale, ho una lieve insuff. mitralica, extrasistole e mi pare niente altro, mi scusi la lungaggine, la saluto e la ringrazio per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
se la sintomatologia dolorosa è effettivamente di origine cardiaca, la eventualità del by-pass andrebbe certamente discussa. A distanza e senza aver l'opportunità di vedere la sua coronarografia è comunque difficile farsi un'idea del suo complesso caso. Ne dovrà necessariamente discutere con il collega che la segue.
Saluti