Utente 237XXX
salve, da un po' di tempo, 20-30 giorni, mi sono accorto di avere all'interno del corpo del pene una "pallina" solida, a circa 2 cm dalla base del pene. E' evidente al tatto, durante lo stato di non-erezione, ma toccarla non mi crea alcun dolore. Escludo che sia un problema cutaneo (brufolo, ecc) in quanto si trova precisamente all'interno del pene e non è affatto evidente dall'esterno. Durante la fase di erezione però provo una sensazione tra il dolore e il bruciore che sono riuscito a localizzare più o meno all'altezza della "pallina" di cui sopra. Non mi pregiudica l'erezione nè l'eiaculazione, ma mi rende difficile il rapporto proprio a causa del dolore soprattutto nei primi momenti dell'erezione. Sempre in fase di erezione, premendo con le dite all'altezza della "pallina" percepisco un aumento del dolore. Potrebbe essere una ciste? O qualcosa di tipo muscolare o nervoso? Posso provare con pomate o antiinfiammatori?
grazie..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
quella pallina da la sensazione di poter essere una area fibrotica: cicatrice? Peyronie?. meglio consultare un collega dal vivo per diagnosi definitiva e terapia.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

dalla sua descrizione potrebbe trattarsi di una prima manifestazione della IPP ( qualche informazione su www.andrologiaroma.net) oppure essere il risultato di un trauma sessuale anche minimale che possa aver creato una reazione cicatriziale
si faccia vedere da un andrologo per gli opportuni accertamenti
cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro utente in aggiunta le dico che l' ipotesi più probabile sia legata ad un dolore legato ad un piccolo trauma in qualche rapporto precedente, è ovvio che l 'iter diagnostico migliore è una visita urologica con annessa ecografia