Utente 238XXX
Dopo un intervento chirurgico agli emorroidi ho avuto una infezione perianale, con perdite di liquido giallastro, bruciori e dermatite che si estendeva su tutto lo scroto. Ci sono voluti anni di creme affinché il medico mi mandasse a fare il tampone. Da queste analisi si è scoperto che la causa era lo Stafilococco aureo. E il controanalisi diceva che l’antibiotico più efficace era l’eritromicina. Una settimana di Veclam (250 mg) e finalmente il tormento è sparito. Dopo circa sei mesi, durante una festa ho fatto il bagno in piscina a mezzanotte. Il giorno dopo mi è ritornato lo stesso disturbo, identico a prima. Altre analisi che hanno certificato la stessa patologia: infezione da Stafilococco aureo. Ho preso di nuovo il Veclam 250 mg, per 7 giorni, ma niente. Ho appena fatto altri 7 giorni di Eritorcina 600 mg, ma niente. La domanda è questa: può essere che lo Stafilococco aureo abbia sviluppato una immunità all’eritromicina; in tal caso cosa si può fare? Tra l’altro, io sono allergico alle iniezioni di penicillina. Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Il risultato del tampone va associato all'antibiogramma che ci dice se il batterio è diventato resistente addirittura c'è un gruppo di Stap. Aureus denominato MRSA (meticillino resistenti) che sono insensibili alla gran parte degli antibiotici più comunemente utilizzati.Lo stafilococco colonizza normalmente la nostra pelle è opportuno anche individuare perchè da lei dia tali condizioni patogene in concreto vi è concomitante qualche dermatite / dermatosi della regione perianale? vi è qualche disturbo a livello generale come solo per fare un esempio un diabete'?
Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
Comprendo che devo fare un altro antibiogramma. O.K. Non so di avere il diabete. Ho fatto le analisi un paio di anni fa, e l'unica cosa fuori norma era l'acido urico. Non ho epatiti o altro. Comunque, facendo molto sport, ho sempre avuto problemi di dermatite sui genitali, ma che si risolvevano con borotalco, o al massimo col mercurio-cromo. Ora invece il disturbo è diventato cronico e si è esteso all'ano. Tra l'altro non so se sia l'ano che infetta lo scroto o viceversa? Conoscete per caso uno specialista in materia, qui a Padova?
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Da tal sede non possiamo fare nomi di Colleghi comunque non dovrebbe avere problemi ad individuare un buon Dermatologo nella sua zona
Cari saluti