Utente 148XXX

Buongiorno, sono un giovane di 39 anni, libero professionista. Kg. 65, 1,65 di altezza.

Due mesi fa ho effettuato le analisi del sangue che hanno dato in seguenti valore: colesterolo 224; trigliceridi 167; tutto il resto nella norma ( transaminasi 19 e 28; sideremia 73; globuli bianchi 5,6; globuli rossi 4,50; mcv 90,3; mch 30,0; mchc 33,3).

Ho rifatto le analisi dopo due mesi sostanzialmente per ricontrollare i valori del colesterolo ed in più ho effettuato l’omocisteina perché mio padre, che all’età di 72 anni ha avuto un ictus dal quale si è ripreso completamente, aveva tale valore leggermente elevato (23) ed il medico aveva spiegato che il valore può rilevare su base genetica.

Ebbene dalle analisi si sono avuti i seguenti valori:

colesterolo 149; hdl 46; ldl 90;

Trigliceridi 140; glucosio 92;

Omocisteina 106 (unità di misura micromoli/l).


A me è stato riscontrato questo valore elevatissimo di omocisteina che ha allarmato il mio medico, il quale mi ha prescritto Prefolic e Benexol da prendere per un mese e poi ripetere le analisi.

Chiedo ?

Come è possibile che il valore sia così elevato? Posso aiutarmi con la dieta?

Costituisce effettivamente un forte fattore di rischio, anche in assenza di altri fattori (la mia pressione arteriosa è sui 125-80) ?

Se fosse dovuto ad una produzione naturale del mio metabolismo (ipotesi formulata dal mio medico) è comunque preoccupante?

Sono preoccupatissimo
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Antonio Manucra
24% attività
0% attualità
8% socialità
BOBBIO (PC)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile utente l'omocisteina rappresenta un fattore di rischio per malattie cardiovascolari. Tale metabolita è dannoiso per l'organismo perchè può determinare alterazioni dell'endotelio vascolare epredisporre all'aterosclerosi. E' vero che il suo profilo lipidico (colesterolo tot. col. hdl e trigliceridi) sono nella norma, ma è vero pure che ha un altro fattore di rischio che è rappresentato dalla familiarità.
In genere l'aumento dell'omocisteina nel siero è causato da un deficit di vitamine del gruppo B (Vit B12, Vit. B6 e acido folico. Una corretta integrazione nell'alimentazione quotidiana, consumando frutta e legumi, può ridurre i livelli di omocisteina.
Il consiglio terapeutico fornitogli dal suo curante è teso ad integrare i livelli di Vit del gruppo B. Le consiglio di seguire la terapia e di ripetere il prelievo tra 1 mese.
Le invio cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno, ho di nuovo lo stesso problema
sono un professionista di 40 anni, mt. 1,64 di altezza, Kg. 65, non fumo, pressione intorno ai 80 minimo-120 massima.

Ho effettuato le analisi del sangue che hanno dato valori del tutto normali (145 colesterolo; glicemia 90; trigliceridi 77) eccetto un valore di omocisteina 58.
Preciso che già nel gennaio 2008 effettuai per la prima volta il controllo dell’omocisteina ( dopo che mio padre, effettuando le analisi dopo un ictus scoprì un valore di 23) che diede un valore di 106.
Il medico curante mi prescrisse acido folico (prefolic e Benexol) e dopo circa quaranta giorni il valore scese a 10.
Così ho sospeso, d’accordo con il medico la cura, ma, come detto, a settembre il valore è nuovamente risalito.
Il medico mi ha detto che devo assumere ormai costantemente acido folico (prefolic e Benexol), spiegandomi che non vi sono controindicazioni.
Chiedo.
Un omicisteina così elevata cosa comporta?
Posso assumere in pratica sempre i medicinali prescritti? Gli stessi non hanno effetti collaterali=?
Vi sono altri elementi che possono far diminuire l’omocisteina?
Vorrei qualche consiglio
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Antonio Manucra
24% attività
0% attualità
8% socialità
BOBBIO (PC)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile utente come già anticipato, nel contatto del 26.01.08,elevati valori di omocisteina possono provocare danni all'endotelio vasale e predisporre all'aterosclerosi.
i consigli terapeutici forniti dal Suo curante hanno dato dei buoni risultati, ma alla sospensione del farmaco si è ripresntato lo stesso problema.
1) può continuare con l'integrazione di acido folico e vitamina B ( da controllare periodicamente e sotto indicazione medica
2) alla terapia farmacologica dovrebbe associare una corretta alimentezione inserendo nella Sua dieta frutta e legumi (ricchi di vit B.
La saluto cordialmente e rimango a disposizione.
[#4] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno, ho ripetuto le analisi

premesso che
Effettuai per la prima volta il controllo nel gennaio 2008 ( dopo che mio padre, effettuando le analisi dopo un ictus scoprì un valore di 22) che diede un valore di 106.
Il medico curante mi prescrisse acido folico (prefolic e Benexol) e dopo circa quaranta giorni il valore scese a 10.
Così ho sospeso, d’accordo con il medico la cura, ma, a settembre 2008 il valore è risalito a 58.
Ho ripetuto la cura (prefolic e Benexol) ed il valore è sceso a 13,9.
Il medico mi ha detto di assumere costantemente acido folico, ma chiedo:

1) il valore di 13,9 è normale o è ancora altino?
2) La supplementazione con acido folico non presenta controindicazioni?
3) Visto che il valore è diminuito a 13,9 posso effettuare una cura meno intensa, magari solo Prefolic o solo Benexol oppure prenderlo non tutti i giorni?
4) E’ possibile effettuare ulteriori accertamenti e quali, per comprendere le cause di questo valore?

Chiedo infine: l’omocisteina è l’ unico valore alterato ( la pressione è normale, la glicemia 92, colesterolo 145, trigliceridi 77, proteina c reattiva 3; anti cardiolipina 2,7; tempo di protrombina 90; tempo di tromboplastina parziale 30; fibrinogeno 286) ed in assenza di altra anomalia è comunque un fattore di rischio?
Grazie ancora