Utente 238XXX
Mia madre ha 67 anni,peso 98kg,h 155cm,soffre di ipertensione che viene controllata con terapia zinadril.Anni fa fece un ecocolordop arti inferiori da cui risultò una lieve insufficienza venosa.Lo specialista consigliò solo calze elastiche e applicazione di una crema.Da allora non ci sono stati particolari problemi.Ultimamente presenta caviglie gonfie e arrossate.Il medico di base le ha fatto fare un cura con venoruton e clexane ma senza buoni risultati.abbiamo ripetuto la visita specialistica.L'angiologo ha detto che è solo una questione di peso.Il risultato dell'ecocolordoppler è questo:
ARTERIE:assi art con sclerosi parietale diffusa su tutti i vasi esaminati.asse femoro-popliteo-tibiale con eposito di materiale ateromasico diffuso,scarsamente stenosante(20%) ed emodinamicamente non significativo bilateralmente.VENE: assi venosi pervii e continenti con flusso ben modulato.assenza di reperti riferibili a lesioni trombotiche endoluminali anche alla CUS.Circolo superficiale:crosse safeno-femorale sincrona cn gli atti del respiro e continente alla manovra di Valsava.Vene safene int ed est bilateralmente pervie con severa stasi specie a livelklo di gamba con incontnenza di alcune comunicanti.
Vorrei avere un parere sul risultato di questo esame xkè lo specialista ha detto che deve solo perdere peso.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
certamente il sovrappeso (che dai dati che riferisce è considerevole) rappresenta un importante fattore di sofferenza per il sistema venoso.
Considerato il reperto dell'ecocolordoppler, altre cause concomitanti (stasi di origine cardiogena, alterazioni posturali, stati dismetabolici, ecc.) non valutabili a distanza meriterebbero una verifica,

[#2] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la sua rapida risposta.Il chirurgo vascolare che ha visitato mia madre prima di fare l'ecocolordoppler ha detto che le sue vene data la situazione non erano proprio in cattive condizioni,le ha prescrittto semplicemente un integratore di vitamine e minerali, mentre l'altro chirurgo che ha eseguito l'eco appena l'ha vista ha detto esattamente il contrario,ossia che le vene erano in pessime condizioni e che col tempo avrebbe potuto arrivare alla sedia a rotelle.Sinceramente questi due pareri così discordanti mi hanno lasciato un po' dubbiosa.Mi rendo conto che è difficile dare un parere senza avere una visione concreta della situazione.Del resto mia madre effettua visita cardiologica approfondita ogni anno e sempre con esito positivo.Analisi del sangue nella norma nonostante l'obesità.Grazie