Login | Registrati | Recupera password
0/0

Forte prurito al cuoio capelluto

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012

    Forte prurito al cuoio capelluto

    Salve, vi voglio raccontare il mio problema, perché non so più che fare...
    sono un ragazzo di 23 anni, e da quando ne avevo 19 ho un forte prurito al cuoio capelluto, in genere il fastidio va a periodi, ci sono momenti in cui è più intenso e forte, così tanto da svegliarmici la notte, altri che è solo un piccolo prurito da poco.
    Ho notato che la cosa più si protrae nel tempo e più sono le volte in cui il prurito si intensifica,ormai sono due mesi che mi gratto molto, persino mentre dormo...ho notato che di tanto in tanto mi vengono delle bollicine sottocutanee, se le gratto ne esce un liquido completamente trasparente,con un odore poco gradevole...ho pensato ad una follicolite..ma da quello che ho capito questa malattia produce continue pustole con del pus chiaramente giallo, le bollicine che vengono a me sono sembrate diverse,e soprattutto, non ce l'ho sempre.
    Ho consultato tre dermatologi diversi, tra cui uno abbastanza famoso, a Perugia..solo quest'ultimo ha preso la cosa un po sul serio e ha pensato di darmi una cura: ha notato che la pelle della mia schiena è dermo grafica, e ha pensato che le cose possano essere collegate, mi ha dato un anti-staminico(anche se dalle prove allergiche non sono risultato positivo a nessuna allergia) e uno shampoo chiamato "epta ds shampoo stati sebo squamosi-forfora-prurito"..inutile dirvi che questa terapia non funziona...anzi,sebbene segua alla lettera le indicazioni date il prurito,come già detto, in questi due mesi si è intensificato terribilmente.
    Vorrei inoltre precisare che io soffro di forfora dall'età di 7 anni e da allora non mi mai passata, tant'è che anche appena lavati i capelli,una volta asciutti tempo 30 minuti e se passo un pettine tra i capelli viene giù tutto, forfora e delle piccole,piccolissime palline di grasso.
    Ho anche pensato di poter essere allergico alla tinta per capelli(si, mi tingo i capelli anche se sono un ragazzo:P) ma in questo caso non dovrei avere il prurito solo nel periodo direttamente antecedente la tinta?Io ho sempre, più o meno, prurito..soprattutto nella zona della bozza parietale,dove di fatto mi vengono più frequentemente quelle bollicine...tranquilli ho anche controllato più e più volte che non fossero pidocchi, e inutile dirlo,non ce n'è la minima traccia.
    Vi ringrazio per la cortese attenzione, e se saprete darmi una dritta,diverse possibili diagnosi di cui potrei discutere con il prossimo dermatologo da cui andrò, anche strane che siano, ma almeno saprò di avere del materiale su cui lavorare, ve ne sarò infinitamente grato.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 561 Medico specialista in: Dermatologia e venereologia

    Perfezionato in:
    Medicina estetica

    Risponde dal
    2002
    Gent.le pz
    nell'approccio al prurito si deve essere molto attenti.
    Il suo è localizzato e quindi esclude vari tipi , sistemici,(tipo ematologi, colestatico, etc).
    Permane primariamente lo studio della obiettività del cuoio capelluto per vedere se ci sono patologie (dermatiti allergiche , seborroiche , etc) che possano generarlo.
    allo stesso modo si possono eseguire vari esami diagnostici,ma sempre guidati dalla obiettività riscontrata (test epicutanei ed altro).
    Nel contempo è imperativo lenire e curare le lesioni da grattamento , nonchè impedire una lichenificazione che ingeneri un circolo vizioso del prurito.
    Di più non posso dirle.
    cordialità


    Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
    www.dermoonline.com
    Ferrara,Torino,Padova,Ancona,Brescia

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Grazie dottore, in effetti a parte l'esame allergico alle polveri, che è risultato negativo, non ho mai fatto altri test...sottoporrò al mio medico l'idea di fare i test da lei proposti.
    Per impedire la lichenificazione e il peggioramento del prurito cosa consiglia?(in modo che possa sempre parlarne con il mio medico, perché la mia dottoressa sta proprio brancolando nel buio, da anni)perché credo che sia proprio quello che sta succedendo!!!
    In conclusione, non so se in realtà il regolamento del sito lo permette, quindi semmai chiedo venia in anticipo, volevo sapere se conosce un bravo specialista nel centro italia(io sono dell'umbria).
    La ringrazio ancora per la sua cortesia.



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 561 Medico specialista in: Dermatologia e venereologia

    Perfezionato in:
    Medicina estetica

    Risponde dal
    2002
    Non possiamo fare nomi, ma può guardare nella lista di specialisti s per territorio su medicitalia.Di sicuro l'applicazione di lenitivi -calmanti e antiflogistici , magari galenici (dipende dalla obiettività), potrà giovare molto.
    Cordialità


    Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
    www.dermoonline.com
    Ferrara,Torino,Padova,Ancona,Brescia


Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01/02/2012, 12:00
  2. Fibroistiocitoma
    in Dermatologia e venereologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 31/01/2012, 15:15
  3. Piedi freddi
    in Dermatologia e venereologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27/01/2012, 17:43
  4. Mordersi la lingua
    in Dermatologia e venereologia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 13/02/2012, 18:37
  5. Capelli grassi
    in Dermatologia e venereologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24/01/2012, 01:31
ultima modifica:  14/04/2014 - 0,06        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896