Utente 124XXX
Buongiorno mio figlio 21 anni ha tolto un nevo risultato essere melanoma: vi scrivo il referto
La lesione è un melanoma per i seguenti motivi:
le cellule sono atipiche e a nucleo ipercromico
è presente spread pagetoide di melanociti sopra la giunzione
il pigmento è distribuito in modo non uniforme
sulla giunzione e nel derma le teche sono eterogenee per forma dimensione e composizione cellulare
la lesione è mal circoscritta
Non significativo il numero di mitosi (inferiore ad 1 per mm quadrato) significativo l'infiltrato linfocitario: Non ritrovato embolismo neoplastico: Focali segni di regressione. Infiltrato dalle cellule neoplastiche il derma reticolare. La lesione non è ulcerata.
L'infiltrazione del derma reticolare è documentaata dalla presenza di cellule atipiche tra fibre di collagene di grossa taglia. Questa infiltrazione corrisponde al cosidetto livello IV secondo Clarck e alla classificazione patologica pT1b.
La lesione appare escissa in toto, con un margine libero medio (dopo fissazione) di circa 1,2 cm.
Questo è il referto. il nevo era sul dorso spalla sx.
Ci hanno già informato che bisogna fare allargamento e asportazione linfonodo sentinella e biopsia se questo risulta negativo si procederà con i controlli frequenti, se risulta positivo si andranno a togliere i linfonodi ascellari.
Vorrei un vostro parere.
Quanto è grave la situazione, quanto è alto il rischio di morte, e se mi potete spiegare in parole semplici tutto il referto. Grazie in anticipo mamma disperata

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
se questa è la descrizione istologica, chiedete - nel pur pieno rispetto dei colleghi anatomopatologi che ben sanno fare il loro lavoro - una revisione -anche esterna se occorre e se i vostri medici concordano, visto che i vetrini ed il pezzo sono vostri- perchè manca un dettaglio FONDAMENTALE: lo spessore di BRESOLOW.

probabilmente, visto anche il modo di scrivere "cosiddetto spessore di Clark" il collega anatomopatologo non ha un imprinting eminentemente dermatologico e a mio modesto avviso questo è ancora una volta FONDAMENTALE nelle diangosi dermatologiche istologiche e ancor più nel MELANOMA, se mancano dati fondamentali quali - in tal caso - un indice di stadiazione della malattia che è ritenuto ad oggi il gol d standard diagnostico e prognostico.

Ritenetemi a disposizione per ulteriori ragguagli, ma sia chiaro un concetto: da qui non possiamo che dare orientamenti vincolanti e teorici; fidatevi ed affidatevi comunque ai vostri medici che meglio di noi ovviamente possono conoscere il caso.

saluti a voi
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
chiedo scusa non l'ho scritto ma sul referto è 0.9
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
ecco, appunto:

concordo con il colleghi e indico ovviamente di seguire i loro dettami.

lo spessore di Breslow 0.9 (ho scritto molto su questi dati in medicitalia) è confortante essendo comprso al di sotto del millimetro e quindi con prognosi generale quod vitam altissima, così come bassissima è la percentuale di trovare linfonodi positivi.

saluti

[#4] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
grazie per la cortese risposta, vorrei aggiungere che mio figlio ha già fatto rx torace ed eco addome sup e inf. più linfonodi asellari cervicali inguinali collo tutto negativo. mi hanno consigliato, per avere un risultato più veloce, senza che questo tolga nulla all'iter chirurgico, di fare una scansione dei linfonodi ascellari per avere già una prima risposta. Lei cosa ne pensa? Non so come si chiama questa "visita" so che non è la risonanza
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Si chiama tecnica del linfonodo sentinella ed e' una asportazione del primo linfonodo drenante rispetto alla zone della lesione asportata.

Si effettua anche in blanda sedazione e permette dopo la localizzazione dello stesso mediante tracciante con tecnezio99 ed individuazione per mezzo di gamma camera l'asoprazione del linfonodo che Sara successivamente oggetto di microanalisi di tipo immunoistochimico ed istologico per recare con certezza se esiste la presenza di micrometastasi da melanoma.

E' una procedura non terapeutica ma diagnostico-prognostica

Saluti a lei
[#6] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera l' intervento di allargamento è stato fatto il linfonodo sentinella tolto siamo in attesa del referto istologico.. che lunga l'attesa. Le scrivo ciò che è stato riportato nei fogli che mi hanno consegnato il giorno dell'intervento. Fatta scintigrafia Linfatica e linfoghiandolare segmentaria l'esame scintigrafico, eseguito dopo due somministrazioni intradermiche pericicatriziali del traccainte linfotropo, dimostra una via linfatica che afferisce ad un unico linfonodo sentinella posto in sede ascellare sinistra. Negativa l'esplorazione di altri distretti linfoghiandolari.
Il paziente è stato sottoposto oggi a linfoscintigrafia con Tecnezio, con identificazione di singolo linfonodo sentinella ascellare sinistro, e successivamente ad intervento di allargamento e biopsia del linfonodo identificato. Abbiamo inoltre escisso un nevo dalla regione scapolare dx. Siamo in attesa del referto istologico sul pezzo.
Il paziente è stato ricoverato in regime di day surgery con diagnosi di pregressa exeresi di melanoma scapola sinistra Breslow 0.9 mm , non ulcerato, Clark IV. inferiore 1 mitosi/campo .
Volevo anche chiederle cosa vuol dire: Identificazione con probe, isolamento e biopsia escissionale di linfonodo sentinella ( maggiore 3500) Controllo captazione di fondo inferiore 50. C'è qualcosa che mi indica già che il linfonodo è positivo? Grazie infinite
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Assolutamente no; sono descrizioni tecniche dell'atto radiologico-chirurgico.

E' impossibile saperlo prima di esami immunoistochimici.

a riaggiornarci