Utente 199XXX
Salve sono una ragazza di 19 anni e da circa 2 anni combatto con una pelle grassa a tendenza acneica e con molti punti neri alternando periodi in cui i brufoli sono 2-3 ad altri in cui la mia pelle ha uno sfogo incredibile di brufoli soprattutto su guance e mento. Una dermatologa l'anno scorsomi prescrisse clindamicina da usare tutte le sere (e ammetto che a volte me ne dimentico e non la metto) e micronorm 10 scrub da mettere sempre la sera prima dell'altra. Purtroppo però non noto miglioramenti, forse anche perchè non sono costante, e vorrei provare ad usare zindaclin di cui ho sentito parlare molto bene da esperienze di altre ragazze. Posso farlo senza problemi o no? Purtroppo attualmente non posso permettermi un'altra visita dal dermatologo quindi spero che voi possiate darmi una risposta anche senza una visita. Poi vorrei chiedere anche se mettere il viso sul vapore dell'acqua, fatta prima bollire e con del bicarbonato, fa bene o no ai brufoli. Sapreste consigliarmi anche un prodotto buono per struccarmi? Non so se sto chiedendo troppo e scusatemi davvero ma non so più cosa fare, ora farò anche una ecografia per vedere se riesco a capire da cosa dipende. Grazie tante buona giornata
[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
il principio attivo dello Zindaclin è sempre clindamicina e cioè lo stesso della terapia che sta effettuando.

La costanza e i controlli cadenzati sono fondamentali per portare al miglioramento e alla guarigione di un paziente con l'acne, sia perchè inizialmente una terapia può portare ad un peggioramento del quadro e quindi il paziente ha bisogno anche di un supporto psicologico da parte del medico che lo segue sia perchè a volte la terapia iniziale non necessariamente sarà quella risolutiva e quindi andrà rivista nel tempo.

Capisco la sua difficoltà nel dover ripetere una visita dermatologica privata, ma può rivolgersi al dermatologo della sua Asl di appartenenza, sarà sicuramente meglio che spendere soldi o tempo in terapie consigliate da amiche o trattamenti improvvisati.

Per quanto concerne i prodotti struccanti, le consiglio di utilizzare un liquido specifico per gli occhi e la bocca e per il resto del viso un detergente in scrub delicato.

Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio davvero tanto per la risposta è stata gentilissima, vorrei chiederle un'ultima cosa...come faccio ad evitare che i brufoli e anche i punti neri mi lascino delle cicatrici?
[#3] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Non deve assolutamente toccarseli...
[#4] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
E' stata molto gentile le chiedo 2 ultime cose: mettere il viso sul vapore dell'acqua, fatta prima bollire e con del bicarbonato, fa bene o no ai brufoli? E infine volevo chiederle riguardo ai prodotti per struccarmi se sa consigliarmi proprio il nome di un buon prodotto per pelle grassa e molto impura...la ringrazio!
[#5] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
I bagni di vapore possono aiutare a pulire la pelle in profondità a patto che non si abusi di questa pratica.
Per quanto riguarda lo struccante, in farmacia sapranno consigliarla al meglio.
[#6] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Salve scusi ancora il disturbo!!! il mio medico mi ha prescritto l'antibiotico tetralysal ma per un mese solo ma ho letto che viene prescritta per 3 mesi, può funzionare ugualmente? Poi potrebbe dirmi cosa devo evitare di assumere insieme a questo antibiotico e quando va preso se prima o dopo i pasti?
Inoltre vorrei specificare che non ho veri e propri brufoli (cioè di quelli ne ho 2-3) ma macchiette rosse della stessa dimensione del brufolo che al tatto quasi non si sentono, non ricordo se ero così anche prima dell'inizio della cura, è possibile che sia stato l'antibiotico? grazie
[#7] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
La prescrizione dell'antibiotico può essere di 12 settimane, probabilmente il suo medico ha deciso, in base alla visita, che per lei sia sufficiente un periodo di 30 giorni.

L'antibiotico può essere assunto indipendentemente dai pasti, purchè con sufficiente acqua ( un bicchiere) per evitare irritazioni esofagee.

Cordiali saluti