Utente 204XXX
Salve dottore mi scuso anticipatamente per la forma ma è per me un argomento abbastanza delicato e non facile da descrivere. Nonostante ciò proverò a mostrarle la mia situazione.
Negli ultimi periodi non riesco piu a controllare l'erezione come fatto in passato, non riesco durante la giornata a raggiungere con molta facilità l'erezione o comunque quel desiderio che porta all'erezione.
e' un anno che non sono piu fidanzato e nelle ultime storie avute ho avuto qualche problema nell'erezione, magari raggiunta inizialmente e successivamente persa; ciò non sempre in diverse situazioni sono riuscito ad avere un rapporto interi senza problemi. A dire la verità ciò mi è capitato anche nel mio ultimo fidanzamento ma avevo vicino a me una persona intelligente con cui sono riuscito a superarlo.
Conoscendo il mio carattere credo sia un fattore psicologico legato a qualche storia finita male che ha provocato un pò di sfiducia nei propri mezzi, ad un fattore di condizionamento che oramai mi blocca ma soprattutto all'incapacità di trovare stimoli in semplici frequentazioni e nel desiderare l'amore o cmq qualcosa di emozionante. non sempre ho creduto fino in fondo nelle persone con cui uscivo.
Questa situazione non si verifica sempre magari ci sono alcune ragazze con le quali ho una maggiore intesa e riesco a raggiungere l'erezione ( anzi in quelle occasioni mi trovo nella situazione opposta...giungo al piacere precocemente ) o magari trovo l'erezione nella notte o provandomi a masturbare.
So che avrei il coraggio di parlare ad una ragazza di questo problema nel caso si verificasse ma ho sempre paura di non trovare una ragazza disposta ad ascoltarmi ed ad aspettarmi...e so che ogni tentativo minerebbe un pò la mia persona!
dottore cosa mi consiglia? pensa sia solamente un fattore psicologico? ho 26 anni, non fumo, bevo regolarmente ma mai tanto, sono un super sportivo e per le mie esperienze fino ai 23 anni ( prima di alcune relazioni che ho vissuto male per la mia sensibilità ) non avrei mai pensato di imbattermi in una situazione del genere.

ringraziandola anticipatamente per la risposta le porgo distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

l'evidenza di un problema di deficit eretttivo a decorso altalenante, con parentesi di normale funzionalità erettiva seguito da minime incertezze richiede comunque una valutazione specialistica utile per visitare il paziente e almeno valutare gli esami metabolici co un prelievo ematico...

consglio perciò un contatto de visu con il suo andrologo di fiducia.

ci aggiorni

cordialità
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Colpi che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.