Utente 238XXX
Buongiorno,
Ho 29 anni e all'inizio di dicembre ho avuto la malaugurata idea di sottopormi ad una seduta di epilazione con luce pulsata presso un centro estetico.
Credo ci sia molta disinformazione in merito..il fatto che attualmente certe strumentazioni siano in vendita addirittura per uso privato mi aveva indotta a credere che le possibilità di effetti collaterali fossero minimi….mi sbagliavo.
L'estetista mi ha scottato le gambe. Sono apparse "croste" scure apparentemente superficiali che sono scomparse nel giro di alcune settimane (ho utilizzato semplicemente una crema all'aloe consigliata da lei).
Mi sono fidata, ritenendo il danno superficiale.
La pelle in quei punti risulta liscia e omogenea, ma permane un'ipocromia ancora molto evidente (la mia pelle è abbastanza scura. E' stata indicata come fototipo 4).
Sono stata da un dermatologo, il quale mi ha detto che le ipocromie dovrebbero risolversi durante l'estate, a seguito di una corretta esposizione solare.
Ora però mi sono sorti dei quesiti, che vorrei sottoporre a voi.
1- Da qui all'estate devo aspettarmi in parte un miglioramento delle discromie o senza esposizione solare è impossibile l'attivazione della melanina?
2- che fattore protettivo dovrò utilizzare per le esposizioni solari? In genere per le prime giornate in piscina a giugno ho sempre utilizzato una crema solare bassa..tipo fp 6 o 10…ma ora con queste macchie chiare non saprei come regolami. Una crema fp 20 o ancora più alta?
3- Nel malaugurato caso in cui a fine estate dovessero rimanere delle discromie, ci sarà possibilità di risolverle con il tempo oppure attraverso cure estetiche mirate?

Vi ringrazio per la disponibilità.
Cordiali Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi
28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, purtroppo per risponderle nella maniera più corretta sarebbe opportuno valutare direttamente le sue chiazze. Gli esiti ipopigmentati impiegano settimane o addirittura mesi per riottenere la pigmentazione originaria. Durante il periodo estivo le consiglio una protezione alta in quando le cute ipopigmentata, sebbene necessiti dei raggi ultravioletti per la pigmentazione, è meno protetta e potrebbe subire dei danni attinici più facilmente.
Per la prossima volta le consiglio di consultare dei medici specialisti (dermatologi, chirurghi plastici, medici estetici) per trattamenti di natura estetica. Non tutti i macchinari sono uguali e non tutti gli operatori sono competenti.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore,
grazie per la celere risposta.

Cosa significa esattamente "danni attinici"? Immagino danni causati dal sole...? utilizzerò quindi un fattore protettivo molto alto, per poi ridurlo semmai man mano che l'abbronzatura avanza.

Il dermatologo ha escluso la possibilità di una soluzione prima dell'estate, ha anzi ipotizzato che alcune discromie (seppur più lievi) potrebbero essere ancora presenti a fine estate, senza tuttavia specificare se destinate a ridursi sempre più con il tempo o a permanere per sempre. Questo in effetti è un dubbio che mi preoccupa non poco.

Quello che non capisco e mi incuriosisce: come è possibile che un'ustione apparentemente superficiale (le croste non erano spesse), risolta con un esito di pelle liscia ed omogenea possa mantenere un danno così evidente per così tanto tempo? Parecchie volte mi è capitato di sbucciarmi gambe e ginocchia da ragazza...con la formazione di croste ben più profonde..eppure segni non mi sono mai rimasti sulla pelle..

Se avrà pazienza di rispondere alla mia curiosità La ringrazio.

Cordiali Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi
28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Gentile utente il termine attinico è riferito appunto al sole. Per quanto riguarda il danno è dovuto al fatto che la luce pulsata non ha colpito solo la melanina dei peli, ma anche quella presente nei cheratinociti (cellule dell'epidermide) e dei melanociti (cellula che producono la melanina), di conseguenza il danno, sebbene superficiale presenta questo tipo di sequela. Per il resto, sebbene non abbia visto la sua condizione clinica, in linea di massima sono d'accordo con il suo dermatologo.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la chiara risposta.

Le auguro una buona serata.

Saluti.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi
28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Si figuri. Buona serata anche a lei.