Utente 238XXX
Buongiorno,
bo 35 anni e due settmane fa ho subito un intervento di stapedoctomia dx in quanto affetto da otosclerosi bilaterale. con ipoacusia trasmissiva del 40 %. Dopo lo "stamponamento" (7 gg. dopo l'intervento) non ho percepito alcun tipo di miglioramento nell'udito ed ho sempre conservato una fastidiosa sensazione di ovattamento e di pienezza auricolare. A distanza di qualche giorno e' poi subentrato un acufene all'orecchio operato. Il chirurgo mi ha visitato ieri ed ha riscontrato un modesto recupero trasmissivo del 7,5 % nonche' una lieve perdita della parte sensoriale. Allarmato mi ha prescritto una cura a base di cortisone, anticoagulanti e magnesio. Cio' in attesa di prossimi sviluppi che ove porteranno ad un ulteriore perdita della parte ossea mi condurrano ad una immediata revisione nel giro di una settimana. Anche se il prof non e' stato molto esplicito mi sembra ovvio che sospetti una fistola o un granuloma. Ora vi chiedo: l'assenza in me di vertigini (ma al massimo la sola presenza di una fastidiosa pressione quando mi chino molto) puo' bastare ad escludere i due predetti inconvenienti? A cos'altro potrebbe essere dovuta la sensazione di pienezza auricolare? C'e' modo che col tempo quest'ultima svanisca e questo potrebbe portare ad una crescita del recupero?
Il Prof dice di essere fiducioso, ma in realta' quanto devo preoccuparmi.
Vi ringrazio molto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Marcelli
40% attività
4% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
In genere, la valutazione uditiva non si esegue mai prima di tre mesi. La pienezza auricolare è normale ed anzi ai miei pazienti ricordo che addirittura può peggiorare dopo 10-20 giorni dall'intervento. Non si allarmi.
Saluti