Utente 238XXX
Gentili dottori sono un ragazzo di 27 anni e sono affetto da una patologia cardiaca molto comune cioè la bicuspidia aortica più un lieve rigurgito forse della mitrale a detta del mio medico insignificante. 3 giorni fa (72 ore) mi è capitata una cosa: ero affetto da una tonsillite batterica senza placche e senza febbre. ha detto l’otorino quasi certamente non si trattava di un batterio beta emolitico. la cosa che mi ha fatto spaventare però sta nel fatto che l’otorino nel visitarmi ha “spremuto” le tonsille per far uscire il marcio e poi mi ha prescritto gli antibiotici (Augumentin) che ho iniziato a prendere solo mezz’ora dopo la sua manovra. Sono ora molto preoccupato perché ho sentito parlare di endocardite come di una bruttissima malattia. Preciso che la tonsillite ora è guarita tra qualche giorno posso sospendere l’antibiotico ma sono rimasto suggestionato per la sua manovra a tal punto che non riesco a ritrovare il mio solito spirito. Volevo chiedere è possibile che il medico schiacciando le tonsille abbia causato sangue e quindi batterimia? Visto che i batteri erano già presenti sulla tonsilla. Quando sono tornato a casa ho visto un piccolo capillare sulla tonsilla ho paura che con l’abbassalingua l’otorino abbia potuto combinare un guaio. Perché le ha schiacciate veramente troppo. Per cortesia posso conoscere un vostro parere per esempio mi sto preoccupando inutilmente? quali sono i sintomi di una endocardite? Dopo quanto si manifestano ho sentito che possono restare latenti per molte settimane. Io dopo tre giorni sto bene non ho neanche un minimo di febbre. È possibile che debba aspettare un mese con l’ansia prima di sapere se ho una malattia? Cosa posso fare nel frattempo? Quale analisi? Grazie mille spero potrete rasserenarmi perché non trovo pace da giorni grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Avevamo già risposto ad un suo consulto sostanzialmente Identico, da lei ora posto con un altro account mesi fa.

http://www.medicitalia.it/consulti/Cardiologia/246514/Endocardite-batterica

Si faccia togliere le tonsille....

Cordialmente
GI
[#2] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
gentilissimo dottore Iaci, purtroppo del vecchio account non trovo più le credenziali. se fosse per me le leverei subito le tonsille ma ho sentito tre specialisti, uno addirittura del suo stesso ospedale, e nessuno dei tre ha ritenuto opportuno l'intervento. a loro dire il valore del sangue TAS risulta troppo basso quindi non è necessaria la tonsillectomia. lei ci capisce qualcosa? io no sinceramente. comunque come le dicevo tre giorni fa sono andato a terni da un altro otorino (il quarto) che ha ritenuto opportuno procedere con l'intervento e mi ha messo in lista. subito dopo però ha proceduto a fare la manovra che sopra le ho scritto cioè schiacciare le tonsille per far uscire il PUS. naturalmente sentendo in gola pus e sangue mi sono allarmato ma lui ha detto che la relazioni tra le tonsille e il cuore ormai è messa in discussione e nessuno la segue più e poi comunque gli antibiotici presi subito dopo hanno lo stesso effetto della profilassi. che senso ha fare la profilassi per la semplice rimozione del tartaro quando poi uno mi causa sangue con una tonsillite batterica in corso? boh sinceramente non so a chi dare ascolto però ho paura a seguire questo medico. mi scuso per lo sfogo dottore e le auguro una buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Stia sereno, l'antibiotico per bocca la coprirà da eventuali batteriemie.

Le ripeto che mi sembra sensato procedere alla tonsillectomia, considerando i continui fastidi che le stanno ormai procurando da mesi.

In bocca al lupo.
GI