Utente 238XXX
Sono un uomo di 32 anni e nell'ultimo mese e mezzo ho avuto molto frequentemente problemi di erezione. Mi spiego: io convivo con la mia fidanzata, secondo le nostre precedenti abituini facevamo l'amore molto spesso ( 4-5 volte a settimana), ovviamente prima dell'insorgenza di tale problema. D quando soffro di questo problema ho comunque sempre voglia di far l'amore, ma al momento dell'eccitazione, l'erezione non si verifica, causandomi un pò di ansia e preoccupazione, oltre che tristezza. Si verifica invece al risveglio ma
premetto che non fumo,non bevo,non faccio uso di stupefacenti, non sono obeso e non soffro di malattie di nessun tipo (nemmeno diabete), nè sono mai stato operato in vita mia.
Escludo che il problema possa scaturire da problemi con la mia fidanzata,visto che le cose vanno a meraviglia. Lei stessa sta avendo un comportamento esemplare nell'affrontare il mio problema,cercando di stimolarmi sessualmente e di starmi vicino.
A inizio gennaio mi son fatto,su consiglio del mio medico di base, delle analisi di routine: l'unica leggera anomalia ravvisata è stata un colesterolo un pò alto, ma lo stesso medico mi ha detto di non preoccuparmi in quanto eravamo nel periodo successivo alle feste natalizie; io stesso ho ammesso di aver un pò esagerato in pranzi e cene e il medico mi ha detto che probabilmente questa era la causa del colesterolo leggermente alto, e che sarebbe presto tornato a livelli normali.
Adesso, in attesa di una visita urologica che farò a fine mese, chiedo un parere su quale può essere la causa del mio problema, di quale natura, fisica o psicologica?
Vorrei chiarire inoltre che faccio una vita regolare, non sono sottoposto a stress particolari,soltanto che negli ultimi mesi, per vari motivi, è diminuita la mia attività sportiva (prima facevo corsa e nuoto con una certa regolarità). Negli ultimi mesi inoltre, ho notato di mangiare quasi mai la carne rossa.
Un'altra mia abitudine alimentare "strana" è che non ho mai mangiato verdure. Non mi piacciono, può essere questa la causa?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

non si arrampichi sui vetri nel vano tentativo di capire da solo la causa del suo problema sessuale.

E' arrivato il momento di sentire in diretta un esperto andrologo.

Sarà lui a darle le precise indicazioni diagnostico-terapeutiche capaci di arrivare a capire la causa o le cause del suo disturbo erettivo.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio. Mi è stata prescritta una "visita generale urologica". Urologo ed andrologo sono lo stesso specialista?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non proprio!

Le consiglio di consultare, per avere più elementi e per meglio capire, i seguenti articoli pubblicati sempre sul nostro sito:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/212-cos-andrologia-andrologo.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html ,

Un cordiale saluto.