Utente 171XXX
Preg.mi dottori,
sono un ragazzo di 23 anni (171 cm per 61 kg). Ho l'abitudine di uscire con gli amici una o al massimo due volte la settimana: in tali occasioni in genere bevo una birra (un boccale) o, molto raramente, un drink più alcolico (mai più di un bicchiere). Negli altri giorni della settimana mi astengo pressochè completamente dall'alcool. Premetto che sono in buono stato di salute e non assumo farmaci. Ritengo moderato il mio consumo di alcolici, ma vorrei comunque sapere se le mie abitudini sono sbagliate e se alla lunga potrebbero procurarmi dei danni, soprattutto al fegato. Vorrei, altresì, sapere se nelle occasioni che ho citato è verosimile che io superi i limiti alcoolemici stabiliti dalla legge per l'idoneità alla guida.
Un ultimo "problema": da qualche mese ho l'abitudine, prima di andare a letto (in genere abbastanza tardi), di mangiare 2/3 cucchiai di nutella o qualche biscotto o un po' di cioccolato. Non so perchè abbia quest'impulso (potrebbe trattarsi di un problema psicologico o di un disordine endocrino?), ma mi preoccupa perchè mi capita quasi tutte le sere e temo che possa costituire un'abitudine nociva.
Mi scuso per la lungaggine e vi ringrazio fin d'ora per le risposte che saprete darmi.
M.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente

i medici hanno già risposto alle sue domande. Non è consentito inviare la stessa richiesta di consulto più volte non considerando le risposte precedenti.
A tal proposito, prima di richiedere un nuovo consulto, le consigliamo di leggere attentamente la guida ai consulti (http://www.medicitalia.it/02it/guida-consulti.asp), in caso contrario sarà cancellato dal sito.

Distinti saluti
staff@medicitalia.it