Utente 553XXX
Gentili Medici,
vorrei sapere da cosa può dipendere la tachicardiaca parossistica e se esiste qualche rimedio per alleviare i sintomi o per risolvere.
Ringrazio per la Vostra cortese attenzione.
Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Manucra
24% attività
0% attualità
8% socialità
BOBBIO (PC)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
La tachicardia parossistica è, una aritmia cardiaca, determinata dalla stimolazione anomala di un centro generante impulsi, che si sostituisce al nodo senoatriale, ed assume il comando del ritmo cardiaco per un tempo più o meno lungo.
La frequenza cardiaca può variare tra 120 e 200 battiti al minuto, secondo la localizzazione di questo centro anomalo. Le cause sono diverse: lesioni organiche del cuore (ischemia, miocarditi reumatica o ipertensiva..., intossicazioni farmacologiche, intossicazioni voluttuarie (fumo, alcool), riflessi gastrocardiaci (meteorismo, aerofagia), a volte è definita funzionale. Gli attacchi tachicardici presentano diversa durata e possono accompagnarsi ad ansia, sudorazione, ipotensione, sensazione di cardiopalmo. La terapia è fondata sull'uso di farmaci antiaritmici e sulla ricerca e cura della condizione patologica di base, da effettuarsi in ambiente specialistico.